Società del Tarabuso


Vai ai contenuti

Anno III n. 5

Archivio Notiziari

Anno III, numero 5

Supplemento poco illustrato e poco serio al "Corriere piccolo": mensile di cultura ornitologica, vacanziera, gastronomica.
Esce come e quando può. Inviato gratuitamente ai soci in regola con la quota associativa annuale.
Direttore irresponsabile: Germano Realis. Segretaria di Redazione: Silvia Borin. Capo Redattore: Piova Nello. Inviati Speciali all'Estero: Martin Fisherman, Jean Leblanc. Hanno collaborato a questo numero: Franco Benedetto, Ilario Manfredo, Jack Snipe.


UNA BACHECA IN RIVA AL LAGO

Il socio della "Società del Tarabuso" che avesse occasione di recarsi sul lungolago a Viverone, nei pressi della località denominata "Punta Becco" avrà l'opportunità di "ammirare" in tutta la sua beltà una piccola "creazione" voluta e realizzata dalla nostra Associazione: la bacheca naturalistica, colà allestita per uso e fruizione dei turisti che in copioso numero frequentano, in special modo in periodo estivo, le rive del bacino lacustre viveronese.
Turisti il più delle volte distratti e certo poco attenti agli aspetti naturalistici della zona, a loro conosciuta quasi esclusivamente per la vita mondana e vacanziera che la anima, e non certo per le coppie di Svasso maggiore che vi si riproducono, o per la presenza in periodo invernale di autentiche rarità ornitologiche.
A questa prima bacheca se ne aggiungerà una seconda appena saranno terminati i lavori di pavimentazione stradale nei pressi del porticciolo di Viverone.
Lo scopo del posizionamento di questi manufatti è triplice: innanzitutto "aprire gli occhi" a chi non conosce le peculiarità naturali dell'area; in secondo luogo informare riguardo le presenze delle varie specie di uccelli gli eventuali birdwatcher che avessero l'opportunità di visitare la zona.
Sarà infatti compito dei soci maggiormente attivi e disponibili il monitorare con una certa continuità in periodo invernale le acque del lago, e tenere aggiornata il più possibile una tabella con gli indici di presenza delle varie specie ornitiche.
Il terzo scopo che assolverà la bacheca sarà il rendere "visibile" la "Società del Tarabuso", informare che esistiamo, il far sapere ai più che anche da noi, e non solo all'estero come fino a pochi anni or sono, c'è chi pratica il birdwatching, e tutto questo a Ivrea e dintorni… e sulle rive del lago di Viverone.
Al momento di andare in stampa il materiale esposto è relativo agli uccelli che hanno sostato al lago nell'inverno trascorso, e alle attuali specie nidificanti nell'area.
La nostra Associazione ha così voluto quasi aprire una strada, ha voluto indicare (modestamente) quali piccoli accorgimenti si possono adottare, a volte con un pizzico di fantasia, per creare una coscienza maggiormente attenta alla Natura. Natura che spesso è a noi vicina, ma che sovente tante persone non sono abituate a considerare degna di attenzione.
A conclusione di queste considerazioni sia consentito un caloroso ringraziamento a chi si è personalmente interessato alla realizzazione dell'opera, iniziando da Franco Benedetto, il quale ha curato la parte realizzativa del manufatto, contattando l'artigiano che ha fabbricato l'opera e controllando costantemente l'avanzamento e la qualità del lavoro di pregiata falegnameria.
Grazie a Luciano Ughetto e a Giampaolo Massa (papà della Socia Stefania) che con incommensurabile perizia hanno posizionato la bacheca, grazie a Stefania Massa per aver seguito le complicatissime pratiche burocratiche per ottenere le indispensabili autorizzazioni per la posa in opera, grazie alla mamma di Stefania, signora Natalina, per l'appoggio morale dimostrato al sorgere delle prime difficoltà. E infine un ringraziamento vada al giovane Guido Zanzottera che si è cimentato nel "vernissage" del manufatto.
La bacheca ordunque è là, sulle rive del "nostro" lago. Se transitate per Viverone andate " a visitarla" ….e da buoni soci….se permettete …siatene orgogliosi….
E' anche vostra!!!!

ATTIVITA' SOCIALI AUTUNNO-INVERNO 2001



Si è riunito ( pur se in forma ridotta ) in data 6 Agosto il Consiglio Direttivo della Società del Tarabuso. Tale riunione aveva all'ordine del giorno la programmazione delle attività sociali relative alla seconda metà dell'anno in corso.
Dopo aver attentamente vagliato le varie proposte e alternative, dopo aspre discussioni e vivo e acceso dibattito, i Consiglieri presenti hanno deliberato di sottoporre all'attenzione delle Socie e dei Soci le seguenti attività, con la viva speranza che incontrino l'incondizionato favore di tutti gli iscritti.




ESCURSIONI BIRDWATCHING



23 SETTEMBRE: MONTE AVIC (AO)

Questa escursione, che avrebbe dovuto svolgersi in estate, viene riproposta in tale data autunnale in quanto a causa delle avverse condizioni meteo non ebbe luogo.
Respirando l'aria pura e frizzante delle alte quote ascenderemo alle impervie ed inviolate vette del Parco Regionale del Monte Avic, prestando la massima attenzione a ogni frullare d'ali.
Nelle ombrose pinete che percorreremo saremo attorniati da miriadi di specie, le quali si mostreranno a noi nelle loro variopinte e sgargianti livree.
Negli alti pascoli, ove bucolicamente giovenche e vitellini gioiosamente pascolano e si nutrono della tenera erbetta, potremo osservare gli ultimi Culbianchi e Spioncelli, e giunti ai margini del Ghiacciaio della Tribolazione osserveremo invece Picchi muraioli, Aquile reali, Fringuelli alpini e con un pizzico di fortuna…. un Gipeto volerà basso sulle nostre teste, incuriosito dal nuovo taglio dei capelli della socia Gis. Lup.


28 OTTOBRE: PUNTA CHIAPPA (GE)

Gita la caldo sole della Liguria, in uno dei luoghi maggiormente conosciuti dai birder del nordItalia, per la moltitudine di specie di uccelli che è possibile osservare.
Percorrendo la spettacolare scalinata di Punta Chiappa (formata da 472 scalini) compiremo varie soste lungo il percorso per osservare i numerosi uccelletti che animano la macchia mediterranea. Giunti sulla terrazza panoramica, oggetto della nostra meta, con i nostri potenti uccelloscopi, scandaglieremo il Mar Ligure di fronte a noi, alla ricerca delle prime Sule e Berte giunte a svernare, mentre sull'albero secco alle nostre spalle si farà ammirare in tutta la sua maestosità la femmina della coppia di Falco Pellegrino presente in zona, attirata colà dal ricco panino (mozzarella, pomodoro, sardine, cotechino, melanzane e Nutella) del socio Guid. Zanz.


ATTENZIONE, ATTENZIONE: è allo studio la fattibilità di organizzare la gita con lussuoso autopullman. TUTTE le persone interessate all'escursione sono pregate di contattare il Presidente al num. tel. 0125-727126 entro e non oltre la data del 14 ottobre.
4 NOVEMBRE: BARMASCH (AO)

Nella verde e incantata Val d'Ayas, abbarbicata alle falde del Monte Zerbion, è posta una gentile chiesetta, nei pressi della quale sgorga una fonte di chiara e salubre acqua.
Un'antica leggenda narra che il cavallo bianco di Napoleone, qui di passaggio, si dissetò. La leggenda non specifica se il Grande Corso bevve pure lui alla sorgente, ma voci maligne insinuano che preferì una ottima bottiglia di Arneis....
In un così ameno luogo compiremo le nostre analettiche osservazioni e a fine giornata l'elenco delle specie osservate sarà lungo e variegato.
Nocciolaie, Crocieri, Cince dal ciuffo, Rampichini, Tottaville, Tordele e altre montanare specie si mostreranno a noi, e anche per Mari. Mari. distinguere a colpo d'occhio la Cincia bigia dalla Cincia bigia alpestre non costituirà più un problema.


3 FEBBRAIO 2002: LAGO DI VIVERONE (BI-TO)

Escursione al celeberrimo Lago di Viverone, uno dei luoghi d'elezione del birdwatching invernal-piemontese.
Al pallido ma già caldo sole febbraino spazzoleremo le calme e limpide acque del bacino lacustre viveronese e ben presto la nostra attenzione sarà monopolizzata dagli esemplari di Strolaghe mezzane presenti, con accanto alcuni Smerghi minori che pescano in compagnia di un gruppo di Quattrocchi.
Osserveremo pure numerose Oche granaiole, giunte al lago dalla penisola di Kola in compagnia di una coppia di Orco marino.
Al calare delle tenebre saremo ospiti della socia Stef. Mas. che ci accoglierà nella sua nuova casetta, ubicata nei paraggi, per un ristoratore thè caldo al limone, con contorno di biscottini al cocco.



ALTRE ATTIVITA' SOCIALI



17 NOVEMBRE: DOLCI DIAPOSITIVE

Come è ormai tradizione consolidata pure quest'anno avrà luogo la serata culturale imperniata sulla presentazione di diapositive a soggetto naturalistico. L'evento avrà luogo presso il Santuario di S.Antonio Abate in Azeglio a iniziare alle ore 20,30.
Il caro socio Luciano Ughetto e il nostro amico Giovanni da Vische presenteranno una spettacolare carrellata di emozionanti immagini aventi come tema la fauna e i paesaggi della selvaggia Africa, magistralmente realizzate da loro stessi nei numerosi viaggi-studio che li hanno visti protagonisti nel tener alto il nome della scienza canavesana nelle assolate savane riarse dal torrido sole equatoriale.
Un'occasione assolutamente da non perdere, una serata che sempre rimarrà tra i vostri ricordi maggiormente vividi, un incontro ravvicinato con Leoni, Elefanti, Ippopotami, Gufi lattei, Avvoltoi orecchiuti.... che ogni socio sicuramente non diserterà!!!
Al termine della serata avrà luogo il concorso "Il Bignè di platino".
Ogni intervenuto è gentilmente "obbligato" a portare in dono ai presenti "un qualcosa di dolce, buono e commestibile" fatto con le proprie mani di INEQUIVOCABILE soggetto ornitologico.
Una qualificata giuria stilerà una classifica per proclamare la creazione pasticcera maggiormente carina, simpatica, creativa e ottima dal punto di vista gustativ-gastronomico, ma sopratutto attinente al mondo dell'ornitologia.
Saranno ammesse sui dolci decorazioni non mangerecce, quali animali imbalsamati, manufatti plastificati, artifici pirici, addobbi di carta, congegni musicali, accessori multimediatici, supporti informatici et similia, ma tutto ciò NON potrà costituire elemento di valutazione per la classifica finale, che dovrà invece tenere conto ESCLUSIVAMENTE della presentazione d'insieme della parte commestibile di quanto proposto e ovviamente della bontà al gusto del dolce in gara.


15 DICEMBRE: ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI

Avrà luogo in data sabato 15 dicembre 2001 l'annuale Assemblea Ordinaria dei Soci.
Il luogo dell'incontro sarà probabilmente il Palatarabuso in quel di Azeglio, presso l'antico romitaggio del Santuario di S.Antonio abate, in località Monte Perosio, lungo l'antica Via Francigena, che da Canterbury conduceva a Roma.
Al termine dell'Assemblea si svolgerà la consueta "Cena degli auguri" in stile "fai da te", che, si promette sin da ora, sarà ricca, variata, multigusti e anche un po' carnivora.
Tutte le carissime socie (anche Iv. Franz.) e gli egregi soci riceveranno a tempo debito, come previsto dallo Statuto, la comunicazione ufficiale della convocazione, che illustrerà loro pure le modalità per concorrere quali candidati alle elezioni valide per la proclamazione dei nuovi Consiglieri dell'Associazione.
Ogni socia o socio valuti quindi sin da ora, secondo la propria coscienza, la disponibilità che potrà mettere a servizio per il bene della Società del Tarabuso!!!




VITA COMUNITARIA

FIORI D'ARANCIO

Il mese di Giugno ha visto la cattura e successivo inanellamento del Socio Alberto Marcone da parte della gentile signorina Clara Ricci. L'intrappolamento è avvenuto in quel di Banchette, presso Ivrea. E' giunta segnalazione da parte del C.S.F.S.G.O.I.F.Z.A. (Comitato Studi Fauna Speciale Grande Oriente Italico Furlano Zoologico Applicato) che il soggetto in questione è stato recentemente osservato nei pressi di Udine, ove si ritiene abbia eletto il proprio sito di presenza stabile.

Il giorno 25 Agosto il Socio Werner Gassino ha posto finalmente termine alle parate nuziali (con)volando a nozze con la molto gentile signorina Laura Balegno. Vivamente sperando che non migri verso lontani quartieri posti a latitudini circumpolari, tutti i Soci auspicano una sua maggiore osservabilità negli habitat canavesani.


PRIMI VAGITI

Ultimamente non sono pervenute a codesta molto spettabile (SPETTABILE: che sta aspettando) redazione notizie relative a nuove nascite.
Ma in considerazione dei numerosi eventi matrimoniali di cui sopra il Consiglio Direttivo ripone incondizionata fiducia che con l'anno a venire si proceda con l'iscrizione di nuovi Soci Giovanili.







Torna ai contenuti | Torna al menu