Società del Tarabuso


Vai ai contenuti

Anno V n. 8

Archivio Notiziari

Anno V numero 8

Supplemento poco illustrato e poco serio al "Corriere piccolo": mensile di cultura ornitologica, vacanziera, gastronomica.
Pubblicato come e quando si può. Inviato gratuitamente ai soci in regola con la quota associativa annuale.
Direttore irresponsabile: Germano Realis. Segretaria di Redazione: Silvia Borin.
Capo Redattore: Piova Nello. Inviati Speciali all'Estero: Martin Fisherman, Jean Leblanc.
Hanno collaborato a questo numero: Tiziana Pollono; Ilario Manfredo.

ANCORA NOI

Cari amici e care amiche della Società del Tarabuso,

inizia un altro anno di attività della nostra associazione, l'ottavo per la precisione.
In quello trascorso abbiamo conosciuto nuove amiche ed amici che con piacere abbiamo avuto l'onore di avere tra noi come nuovi soci. Qualche persona che con noi negli anni passati ha vissuto momenti di amicizia e fraternità ha invece compiuto altre scelte. Noi tutti ci auguriamo che questi amici e queste amiche sentano presto l'irresistibile "richiamo del Tarabuso" e nuovamente facciano parte in maniera attiva del nostro gruppo.
L'anno sociale 2002 ha avuto degna chiusura nella serata degli auguri a metà dicembre, incontro che si è svolto all'ormai collaudato Palatarabuso presso il Santuario di Sant'Antonio Abate ad Azeglio.
Quest'anno, per motivi contingenti, l'Assemblea annuale dei Soci si è svolta in forma ridotta e informale, nel corso della ricca e variegata cena.
E' stata data comunicazione delle dimissioni da Consigliere da parte del socio Franco Benedetto e si è deciso di cooptare a far parte del Consiglio Direttivo il dinamico Gianmario Ghione, il quale ha accettato il prestigioso incarico.
A Franco un particolare ringraziamento per la sua indefessa opera prestata in questi anni per il bene dell'associazione, con la consapevolezza che sempre sarà al nostro fianco per compiere eccelse e strabilianti imprese.
Sempre nel corso della serata è stata data lettura delle fiorenti finanze della Società del Tarabuso e si è resa edotta l'Assemblea dei Soci delle prossime previsioni di spesa che interesseranno la stampa di nuovi adesivi ( ormai esauriti ) e la probabile realizzazione di un pieghevole illustrante le finalità e gli scopi del nostro sodalizio.
L'incontro amichevole presso il Palatarabuso ha inoltre avuto la lieta sorpresa della gradita visita di Babbo Natale che ha distribuito ai presenti una " piccola strenna '', Babbo Natale si è inoltre intrattenuto amichevolmente con tutti noi, prima di lasciarci, avendo altre consegne da eseguire urgentemente, tra cui del nero e indigesto carbone che doveva portare sino a Roma ad alcuni parlamentari che hanno recentemente proposto delle nefande modifiche all'attuale legge che regolamenta la caccia, modifiche che senza dubbio alcuno incrementeranno e favoriranno il bracconaggio in Italia.
All'interno del giornale troverete il programma delle nuove uscite: la prossima sarà il 16 Marzo.
Arrivederci dunque a presto.

IL PRESIDENTE

SERATA DI DIAPOSITIVE E GARA DELLE TORTE

Anche per l'edizione 2002 l'accoppiata diapositive più gara delle torte a soggetto ornitologico è risultata vincente.
Buona la partecipazione di soci e simpatizzanti, riuniti al "Palatarabuso " della chiesa di S. Antonio Abate ad Azeglio la sera del 16 Novembre.
La serata prende avvio al piano superiore, dove Niki Scala e la sua compagna Olga sono pronti per parlarci del lungo periodo di tempo da loro trascorso in terra sarda e, in particolare, per farci ammirare l'avifauna là presente attraverso immagini di grande bellezza, dovuta alla particolare cura posta nello scegliere gli scorci più poetici e suggestivi dell'ambiente, a far da cornice ad uccelli quali Fenicotteri, Polli sultani, Aironi rossi ...
Quasi tutte le diapositive presentate sono state scattate presso lo stagno di Platamona, in provincia di Sassari, e vedendo tali stupende immagini un pizzico di invidia per chi può sbinocolare in quelle meravigliose aree è quasi d'obbligo….
Terminata tra gli applausi la visione, il gruppo è poi sceso al piano inferiore, dove la lunga tavolata è stata ben presto occupata dai dolci. Già nel passato la fantasia dei Tarabusi si era largamente espressa con torte dai colori sgargianti, dolci tridimensionali e abbellimenti meccanizzati, ma questa quarta edizione ha di gran lunga eclissato tutte le altre.
A vincere meritatamente è stato il "dolce- documentario" del nostro strabiliante Ilario ( ma come gli verranno mai in mente certe idee?! )
Uno spettacolare lago dalle acque cristalline ( 2 enormi teglie di Tiramisù ricoperte di panna azzurra ) era racchiuso all'interno di una carcassa di TV. A far da sfondo le immagini di alcuni solerti Tarabusi intenti a sbinocolare . Sull'acqua due esemplari di Svasso piccolo di cioccolato ricoperto di glassa rappresentavano un " gustoso " momento di birdwatching invernale al lago di Viverone. Ma tutto ciò non era sufficiente...Ilario ha voluto sostituirsi nientemeno che a Piero Angela, allietandoci con la spiegazione registrata di quanto stavamo vedendo.Un potente faretto valorizzava al meglio l'indimenticabile dolce!
Seconda si è classificata l'immancabile Carlotta, con una torta agli amaretti rappresentante un Barbagianni.
Terza la bravissima Gabriella con un Gufo e una Civetta realizzati in Pan di Spagna, ricoperti di panna, marmellata di castagne e scaglie di cioccolato.
Quarta un'originalissima Maria Luisa, che ha decorato il suo dolce con la fotografia ( mangiabile!) di una nuova specie di volatile, dalle sembianze "vagamente" somiglianti a quelle del nostro Presidente.
Può darsi che noi Tarabusi non sempre eccelliamo sul campo nell'identificazione dei nostri amici pennuti, ma sono certa che NESSUNO può batterci nell'abilità di rappresentarli sotto forma di dolce!


Tiziana

GITE ORNITOLOGICHE

INVERNO- PRIMAVERA 2003


18 MARZO: LAGO DI CANDIA

Mattinata passata a fare birdwatching sulle rive del lago di Candia per osservare la ricca avifauna che colà alligna
Dopo la rifocillante pausa pranzo saremo ospiti presso la locale Stazione Ornitologica di cattura e inanellamento; potremo così seguire le modalità di cattura e misurazione dei dati biometrici dei nostri amici alati da parte degli esperti ornitologi Luciano, Giovanni da Vische e Luca, impegnati nel difficile studio delle migrazioni.

21 APRILE: RISAIE DEL VERCELLESE

Mentre tutto il popolo italico dei merenderos sarà impegnato a svolgere il sacro rito della merenda pasquettara, noi saremo in risaia, nei pressi di Tronzano Vercellese alla ricerca dei Limicoli migratori.
Totani mori, Pantane e Pettegole si mostreranno a noi nelle loro sgargianti livree,
le nostre teste saranno sorvolate da immensi stuoli di Combattenti, mentre nel cielo le Pavoncelle compiranno le loro acrobatiche piroette.
Per terminare degnamente la serata è prevista una allegra pizza in quel di Borgo d'Ale; potremo così fare durante il convivio mangereccio i commenti agli strabilianti avvistamenti ornitologici della giornata.

30 APRILE - 4 MAGGIO: DELTA DEL PO

La Società del Tarabuso propone ai soci un "intrigante" lungo fine settimana nelle zone maggiormente interessanti dal punto di vista naturalistico e ornitologico del Delta del Po.
Sarà la terza volta che i Tarabusi si recano in tali aree, e in passato tale gita ha sempre elargito entusiasmanti avvistamenti e spettacolari osservazioni.
Innumerevoli sono le specie ornitiche che si possono vedere: Fenicotteri, Marangoni minori, Spatole, Morette tabaccate, Avocette, Albanelle minori, Beccacce di mare sono solo alcune delle "specialità" che si possono incontrare tra le paludi e le numerose aree umide del magico Delta.
Al momento di andare in stampa non possiamo fornire i particolari sui prezzi e servizi dell'hotel che ci ospiterà.
Prossimamente riceverete via posta il programma dettagliato della gita.


18 MAGGIO: MONTI PELATI

Esploreremo la Riserva Naturale Speciale dei Monti Pelati e Torre Cives, rilievi che si ergono tra la Valle Sacra e la Valchiusella.
Le specie maggiormente interessanti nell'area sono quelle legate agli ambienti aperti, come la Tottavilla, il Prispolone, il Saltimpalo, il Fanello, lo Zigolo nero,
il Canapino, il Calandro e l'Occhiocotto.
Ci farà da anfitrione nella Riserva il nostro Socio Niki Scala, che con grande sapienza ornitologica ci illustrerà le peculiarità faunistiche della zona.


14 GIUGNO: COLLE DEL NIVOLET

Salendo in auto dall'abitato di Ceresole Reale percorreremo la strada che conduce al Colle del Nivolet, compiendo diverse soste lungo il tragitto, finalizzate alla ricerca delle varie specie di uccelli che vivono in altitudine.
Giunti al Colle esploreremo i ripidi pendii che circondano la piana del rifugio Savoia, con la speranza di annoverare analettici avvistamenti: in passato abbiamo avuto la fortuna di vedere le Pernici bianche. Anche questa volta la buona sorte sarà benigna?

28 GIUGNO: DINTORNI DEL LAGO SIRIO

Uscita serale alla ricerca dei mitici Succiacapre. Anno dopo anno questa escursione notturna suscita sempre grande entusiasmo ed è sempre coronata da un buon successo ornitologico.
Vi aspettiamo dunque numerosi, muniti di potenti torce elettriche e…. repellenti anti zanzare.

DATA DA DECIDERE: GITA IN MONTAGNA

E' in fase di organizzazione una uscita birdwatching in montagna in collaborazione con la sezione "Giovane Montagna" del CAI di Ivrea, su proposta dei responsabili di tale sodalizio. I Soci del Tarabuso sono ovviamente invitati a partecipare per poter così illustrare ai gitanti le particolarità della fauna dei nostri monti, facendo così sfoggio della propria incommensurabile cultura ornitologica.
La gita avrà luogo indicativamente a Giugno. Le persone interessate sono pregate di telefonare al Presidente all'incirca a metà Maggio.

N.B. Per adesione alle singole gite telefonare con un certo anticipo al Presidente.
Numeri telefonici della Presidenza: 0125-727126 * 340-3730955

NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

Si è riunito a metà Gennaio presso la Cascina Picciotta, nella fertile pianura di Bollengo il nuovo e rinnovato Consiglio Direttivo.
All'ordine del giorno era pure la distribuzione delle varie cariche sociali.
Dopo aspre, accese e animate discussioni si è deciso quanto segue.
Alla carica di Presidente è stato eletto " il solito " Ilario Manfredo; come VicePresidente..ssa è stata scelta " la ormai collaudata " Tiziana Pollono ; le funzioni di Segretaria saranno svolte dalla confermata " solerte e gentile signorina " Stefania Massa.
Le funzioni di Consigliere sono state affidate alla " fidata collaboratrice " Alba Riva e al " sempre dinamico " Ghione Gianmario.
Il Consiglio Direttivo ringrazia per la fiducia accordatagli e promette indefesso e fecondo lavoro per il bene della comunità.

QUOTE SOCIALI ANNO 2003

Nonostante l'inflazione annua galoppi oltre l'indice del 30 % ( a parte farneticanti e ridicole affermazioni dell'ISTAT che collocano l'aumento dei prezzi su valori prossimi al 2,5 % all'anno) la quota sociale per il 2003 rimane INVARIATA.
Pertanto, in considerazione di quanto espresso, il versamento categoria "adulto" sarà ancora di €.13 e la quota "famiglia" ammonterà a €. 26.
Analogo discorso è valido per i giovani: sono richiesti 5 €. per i soci aventi una età compresa tra i 14 e i 18 anni; per i minori di anni 14 l'iscrizione è GRATIS!!!!
Ovviamente eventuali donazioni alla Società del Tarabuso non saranno rifiutate….
Modalità di versamento: direttamente alla Segretaria o al Presidente in occasione dei vari incontri.
In alternativa tramite vaglia postale in indirizzo di:
Manfredo Ilario
Via Calcinaria 19 10010 Azeglio ( TO )
Importante: nella causale specificare " Iscrizione Società del Tarabuso anno 2003 ".

GIOCHINI AL COMPUTER

La Redazione di codesta rivista informa i propri amici lettori muniti di collegamento INTERNET, che possono mettere alla prova la loro cultura ornitologica partecipando al test di riconoscimento delle varie specie di uccelli collegandosi al sito web:
http://www.bavarianbirds.de/indexe.html
Al termine della prova ognuno potrà sapere quale posizione è riuscito a raggiungere nella speciale classifica giornaliera.
Non si vince naturalmente NULLA: lo scopo è solo quello di divertirsi…provare per credere.

NOVITA' LIBRARIE

E' stato recentemente pubblicato un interessantissimo volume dal titolo
"ORNITOLOGIA CANAVESANA - Dati storici, note recenti e curiosità scientifiche sull'avifauna che vive nel Canavese ".
Il lavoro è opera di due valenti ornitologi, Guido Cattaneo e Luca Biddau, che in passato abbiamo avuto l'alto onore di conoscere, avendo essi fattoci da guida nel Parco delle Vaude e al Centro Inanellamento del Lago di Candia.
Il volume, edito da Grafica Santhiatese Editrice, consta di 240 pagine con numerose e bellissime immagini a colori.
Esso racchiude una grande mole di dati relativi all'avifauna del Canavese, ponendo l'accento agli uccelli presenti in alcune aree specifiche quali il parco del castello di Agliè, le Valli Orco e Soana, i Monti Pelati, il lago di Candia e il lago di Viverone, la Vauda di Lombardore.
Interessanti dissertazioni su alcuni gruppi di uccelli rendono il testo brillante, scorrevole e piacevole alla lettura anche a chi non è un grande esperto di avifauna.
Vi è inoltre uno specifico richiamo alla nostra associazione….insomma siamo stati nominati!!!!!
Il libro è posto in vendita al prezzo di €. 20 ed è acquistabile ad Ivrea presso la libreria Cossavella in corso Cavour n. 11. Si informano i Soci che una copia è disponibile in prestito gratuito presso la Biblioteca del Tarabuso. Per informazioni rivolgersi al Presidente.

FIORI D'ARANCIO

Nulla, cioè niente, ma proprio niente da segnalare. Non si hanno neppure segnalazioni di recenti fidanzamenti….
La Redazione spera fiduciosa……

PRIMI VAGITI

Per ora non si odono.
Questione di mesi…attendete con fiducia!!!!

NOVITA' ORNITOLOGICHE

Il lago di Viverone è assurto alle cronache ornitologiche nazionali per avere ospitato
dal 14 al 19 Gennaio un esemplare adulto di OCA COLLOROSSO imbrancato con un gruppo di circa 64 OCHE LOMBARDELLE. Per vedere la rarissima Oca dal rosso collo sono giunti birder addirittura dalla Sicilia, dal Trentino, dalla Svizzera…..
Nei giorni successivi il branco delle Oche lombardelle è decisamente aumentato di numero, e il giorno 2 febbraio, data della gita al lago da parte della Società del Tarabuso, erano presenti circa 175 Oche.






































Torna ai contenuti | Torna al menu