Società del Tarabuso


Vai ai contenuti

Anno VI n. 12

Archivio Notiziari

anno VI - n°12

Supplemento poco illustrato e poco serio al “Corriere piccolo”.
Periodico di cultura ornitologica, vacanziera, gastronomica.
Si pubblica come e quando si può.
Inviato gratuitamente ai soci in regola con la quota associativa annuale.

Direttore irresponsabile: Germano Realis
Segretaria di Redazione: Silvia Borin
Capo Redattore: Piova Nello
Inviati Speciali all’Estero: Martin Fisherman, Jean Leblanc
Corrispondente da Londra: Jack Snipe

Hanno collaborato a questo numero: Gabriella Malusardi, Carlotta Pesando, Ilario Manfredo

Partecipate Gente, Partecipate . . .

Carissime amiche,
egregi amici della Società del Tarabuso, eccoci, noi del Consiglio Direttivo, ancora una volta nelle vostre case, grazie alle pagine di codesta rivista.
Rivista su cui trovereste le ultime proposte del Tarabuso.
Due secondo il sottoscritto i “momenti forti”: la serata del 25 Settembre con la competizione amichevole (non si vince nulla) alla ricerca di rapaci notturni e la gita in pullman a Ginevra il 27 Febbraio.
Invito pertanto sin da ora a partecipare a quanto proposto.
Forse a qualcuno parrà strana, inusuale e “improponibile” la gara notturna e penserà che è praticamente impossibile riuscire a scovare su pali, alberi e recinzioni i vari esemplari di Civette, Gufi e Allocchi…
Non è vero, è possibilissimo invece, l’importante è aguzzare la vista mentre in auto la notte si percorrono le strade di campagna, prestando attenzione alle linee di cavi sospesi o cartelli stradali.
Quanti di noi, prima di iniziare a fare birdwatching si accorgevano delle Poiane adagiate sui pali in inverno lungo le strade, o gli Aironi nei campi, o il Merlo acquaiolo nei torrenti di montagna????
Quindi niente paura!!!! Voi iscrivetevi, partecipate; i capi equipaggio (su cui ho iniziato una paziente opera di convincimento ad accettare il delicato incarico) che “conoscono” le zone dove andare a fare un buon bottino di rapaci nottambuli vi guideranno nella nuova avventura.
Avventura che ripeto vuole essere sopratutto un gioco, un misurarsi con gli amici in questa bellissima e gratificante attività che è il birdwatching, senza però eccessi agonistici o competitivi.
Sarà simpatico e bello il ritrovarsi al termine della gara davanti a un fumante piatto di spaghetti e sentire dalla viva voce dei partecipanti “come è andata”
l’uscita dei vari equipaggi, ascoltare le piccole disavventure accorse quali:
“Noi ci siamo persi in mezzo alle risaie”;
“A noi è venuto incontro il proprietario della cascina”;
“Noi siamo finiti in una strada senza uscita e abbiamo dovuto guidare in retromarcia per più di mezzo km…..”
Insomma, penso che tale serata sarà ancora una volta la migliore occasione per rinnovare nei fatti il nostro motto:” BINOCULA, AVES et FRATERNITAS”.
Noi tutti del Consiglio Direttivo vi aspettiamo numerosi e partecipi, non deludeteci!!!!
Il Presidente

Un Pomeriggio da Francesca
di Gabriella Malusardi

Sabato 17 ed eravamo in 13….ma noi Tarabusi non siamo superstiziosi e così (pur decimati dalle vacanze) abbiamo potuto trascorrere un piacevole pomeriggio grazie alla sempre squisita ospitalità che Francesca ogni estate ci offre nella sua casa di Mazze’.
Con il nostro Presidente che abilmente ha assegnato ad ognuno il suo compito per le libagioni e fornito segnalazioni telematiche e cartellonistiche per recarci colà, ci siamo alfine ritrovati a bordo della piscina.
Bagni ristoratori, arrembaggi al Presidente, naufragi del materassino di Luciano, osservazioni (e diatribe) entomologiche e naturalmente ornitologiche, discorsi filosofici: tutto ciò ha, verso le 18,03, stimolato il nostro appetito e ci ha spinti a una “frugale” merenda a base di frutta e salatini…, spartano spuntino che ci ha condotti successivamente dritti-dritti verso una splendida cena mentre scendevano le prime ombre della sera.
Il tempo ha provato a disturbarci, facendo cadere qualche gocciolone di pioggia, ma noi, al confortevole riparo del gazebo, respingendo i famelici assalti di affamate zanzare, abbiamo tranquillamente assaporato i favolosi manicaretti casalinghi, tra lazzi, racconti di avventure personali nei bagni turchi e indiani e ricordi di viaggi ed escursioni passate.
A malincuore verso le 23 noi componenti la famiglia Ghione-Malusardi abbiamo salutato la piacevole compagnia per portare la nostra pullus Sofia (si è divertita un mondo grazie a tutti gli amici che l’hanno fatta giocare ed è diventata l’ombra della padrona di casa, che l’ha portata a vedere i magnifici cavalli) a nanna.
Il Presidente mi ha poi riferito che verso tarda notte la compagnia si è sciolta dopo un estenuante dibattito su argomenti filosofici, filologici e fisiologici di notevole spessore….
Ancora grazie a Francesca (ci aspetti anche l’anno prossimo, vero?)
e grazie anche alla preziosa Ines che, pur non potendo essere presente al pomeriggio, ha aiutato Francesca nei preparativi.
Per la cronaca la gara per il miglior costume da bagno è stata vinta da Ilario, con il suo modello Verde Irlanda, (qualche maligna disse “Verde PISELLO”).
Al secondo posto si è classificata invece Francesca Prandi, che secondo i pronostici era la candidata alla vittoria finale, ma dire il vero quest’anno il suo castigatissimo bikini ha un pò deluso le aspettative dei più…..

La Redazione informa che codesto articolo di Gabriella M. ha subito microscopiche aggiunte al testo originale a cura del Caporedattore Piova Nello, il quale si assume ogni responsabilità in merito.

Avviso: Domenica 3 Ottobre . . .

Si informa che nel pomeriggio di Domenica 3 Ottobre avrà luogo un’escursione birdwatching organizzata dal Laboratorio Territoriale di Educazione Ambientale “ La Polveriera” del Comune di Ivrea, in collaborazione con la Società del Tarabuso. Questo sarà il secondo evento dedicato al birdwatching proposto a tutta la cittadinanza nell’ambito di una stretta sinergia tra la nostra Associazione e l’Assessorato alla Cultura della cittadina eporediese. Il primo ha avuto luogo la sera del 19 Giugno e potrete leggere il relativo articolo di Carlotta a pagina 5.
L’escursione sarà guidata dal vostro Presidente e dal socio Luciano Ughetto e si svilupperà nelle campagne di Cascinette d’Ivrea e lungo le rive del lago di Campagna.
Seguirà al termine della passeggiata una tradizionale Merenda Sinoira, organizzata in collaborazione con il Presidio di Slow Food.
Per partecipare è OBBLIGO prenotarsi presso la Segreteria del Laboratorio “La Polveriera”, telefonando in orario di ufficio ai seguenti numeri: 0125 – 253059 oppure 0125 – 410316.

Cronachetta di una Sera a Succiacapre
di Carlotta Pesando

Questa è la breve relazione della serata aperta a tutta la cittadinanza eporediese organizzata dalla Città di Ivrea in stretta sinergia con la nostra Associazione.
Ci siamo ritrovati la sera del 19 giugno alle ore 20 ad Ivrea presso il Laboratorio Territoriale di Educazione Ambientale del Parco della Polveriera per una breve presentazione della serata.
I due relatori sono subito perfettamente entrati nel loro ruolo:
Luciano ha illustrato le caratteristiche comportamentali del Succiacapre esibendosi in imitazioni di canto e parata (chi ha partecipato all’ultima Assemblea Annuale del Tarabuso ne sa qualcosa); Ilario, “il Presidente” , ha esposto con eccellente dovizia di particolari i dati tecnici (migrazione – stima delle coppie in Europa – siti di nidificazione…); l’aiutante in campo Roberto Patrignani al computer ha fatto scorrere con perfetto sincronismo le immagini. I partecipanti, diventati 50 anziché 30 in seguito a varie telefonate dell’ultimo minuto, ed escluso i “tarabusi” che già prendevano il fresco in riva al lago Sirio, hanno ascoltato interessati e partecipi.
Questo momento didattico di attesa ha aumentato l’aspettativa e la curiosità dei ragazzini e… dei ragazzi cresciuti. Con un breve e veloce spostamento in auto andiamo nel luogo di osservazione, si uniscono a noi i soci del Tarabuso e ci inoltriamo nel bosco (non ancora oscuro) in località la Bacciana. Fatti sì e no 200 mt. a piedi, Luciano propone di fare un primo tentativo con il richiamo, ai partecipanti non par vero, si sente un brusio e poi al primo “ grrrr….” del registratore cade il silenzio assoluto.
Tutti i nasi sono all’insù e curiosamente noto che guardano tutti nella direzione in cui guardano le nostre due guide…come se loro sapessero da dove potrebbe arrivare il Succiacapre in volo…
Luciano in un sussurro ribadisce che non c’è la certezza di vederlo e tanto meno al primo tentativo e ... eccolo sulle nostre teste che batte le due cartilagini facendo subito sentire il caratteristico tac-tac-tac ….
Un autentico trionfo !!!!!! E’ subito un gran vociare : “L’hai visto….era un maschio…. io ho visto bene le macchie bianche…. ma li hai visti i baffi?…”
Mi è sembrato di sentire, in mezzo a tanto vociare, il sospiro di sollievo delle due guide… è andata!
Baldanzosi ci spostiamo verso la “radura del Succiacapre” dove speriamo di vederlo allo scoperto, in un volo più ampio e meglio visibile. Il folto gruppo prende posto nella radura, chi parlotta, chi ride, poi cala di nuovo il silenzio… è partito il richiamo…. dopo un attimo un boato, il Succiacapre è tornato a mostrarsi con un bellissimo volo sulle loro teste!!!
Rimaniamo ancora un po’ nel prato, alcuni si affiancano ad Ilario e Luciano e fanno domande su vita e abitudini degli animali notturni, 3-4 ragazzini si esibiscono in mosse di karate, Roberto di tanto in tanto fa quattro passi per zittire un grillo che canta a tutto volume, altri seduti nell’erba godono della bellezza del posto e di questa notte serena… ma non troppo silenziosa.
Il Succiacapre ripassa ancora un paio di volte sulle nostre teste in veloci voli di ricognizione ed ogni volta è un fremito di emozione.
Alla fine appagati riprendiamo la via del ritorno.
Ora è veramente buio, alcune torce illuminano il sentiero, a piccoli gruppetti camminiamo parlottando fitto fitto, ma c’è una frase che sembra rimbalzare da gruppo a gruppo :
“ Non avrei mai pensato che fosse così emozionante… ne fate spesso di queste escursioni notturne?“
La “notte del Succiacapre” viene organizzata una sola volta all’anno, non possiamo disturbarlo se vogliamo che continui a frequentare i nostri boschi, ma ogni volta è una notte speciale.
Ora però siamo in tanti a saperlo.

Vita Associativa

13 NOVEMBRE: DOLCI DIAPOSITIVE
Torna un classico appuntamento della nostra Associazione.
Presso il PalaTarabuso (Santuario di S.Antonio Abate - Azeglio) alle ore 21,05 l’espertissimo birdwatcher Daniele Reteuna da Caselle Torinese ci presenterà un’interessantissima rassegna di splendide diapositive dal titolo
“OVE DECLINA IL SOLE…OVE ESSO RISORGE
Viaggio alla scoperta dell’Avifauna della Spagna e delle Isole Greche”.
Un evento culturale a cui nessuno di voi si può sottrarre, anzi spargete la voce e invitate amiche, vicini di casa, nipoti, cognati e cognate….
Seguirà il tradizionale concorso di alta pasticceria ornitologica “ Il Bignè di Platino”. Ovvero ogni Socio (e Socia) DOVREBBE IN TEORIA portare in dono un dolce a soggetto ornitologico creato con le PROPRIE MANI, leccornia pasticcera che dovrebbe costituire il nerbo del piccolo e spartano ricevimento in onore del relatore della serata.
Il dolce maggiormente carino e simpatico sarà scelto da TUTTI i partecipanti alla manifestazione, e il produttore del manufatto mangereccio primo classificato sarà giustamente premiato.
Ultimamente si è notata una certa flessione di partecipanti all’evento.
Ciò a discapito del livello agonistico della competizione, oltre che del palato, mortificato infatti dalla scarsità delle singole razioni.... pregasi quindi provvedere, grazie….

11 DICEMBRE: ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI E SOCIE

Avrà luogo il giorno Sabato 11 dicembre 2004, a partire dalle ore 16,30 circa, presso il rinnovato Centro Congressi del PalaTarabuso, al solito posto (non lo specifico più, lo avete già letto e riletto..).
Seguirà dettagliata comunicazione, come previsto dallo Statuto dell’Associazione.

Fiori D'Arancio

FINALMENTE una buona novella!!!!
Il giorno 5 Giugno presso la Cattedrale di Castelsardo (SS) hanno coronato il loro sogno d’amore, celebrando il loro matrimonio, i cari soci Niki Scala e Olga Lacana.
A loro giungano i più fervidi auguri di felice e prolifica vita coniugale da parte di tutti i Soci e Socie della Società del Tarabuso
Possa il loro esempio essere da stimolo per altre unioni felici, considerato anche il fatto che noi della Redazione... a volte non sappiamo come “riempire” sei pagine di codesta coloratissima rivista … quindi più notizie riceviamo, più sappiamo cosa scrivere…

Primi Vagiti

PER ORA nulla da segnalare, PER ORA; ripetiamo PER ORA, rimanete in attesa…..














Torna ai contenuti | Torna al menu