Società del Tarabuso


Vai ai contenuti

Anno VII n. 15

Archivio Notiziari

anno VIII - n°15

Supplemento poco illustrato e poco serio al “Corriere piccolo”.
Periodico di cultura ornitologica, vacanziera, gastronomica.
Si pubblica come e quando si può.
Inviato gratuitamente ai soci in regola con la quota associativa annuale.

Direttore irresponsabile: Germano Realis
Segretaria di Redazione: Silvia Borin
Capo Redattore: Piova Nello
Inviati Speciali all’Estero: Martin Fisherman, Jean Leblanc
Corrispondente da Londra: Jack Snipe

Hanno collaborato a questo numero: Tiziana Pollono, Gabriella Malusardi, Gian Mario Ghione, Ilario Manfredo.


Buon Compleanno!!!

La sera del 2 febbraio 1996 a Ivrea spirava un venticello freddo e pungente, soffiava dalla Valle d’Aosta, portando con sé del rado nevischio, sollevato dalle vicine montagne ove era nevicato alcuni giorni prima. In quella fredda serata, nella cittadina di antiche reminescenze arduiniche, precisamente al numero civico 75 della centrale e storica Via Arduino, nella sala ove aveva sede la locale sezione di Legambiente, un gruppo di birdwatcher del Canavese e dintorni si ritrovava per discutere e per far nascere “LA SOCIETA’ DEL TARABUSO”.
All’ordine del giorno era posta la stesura ed approvazione dello Statuto della costituenda associazione. Ricordo che fu una discussione molto viva, partecipata, coinvolgente.
Con la cara Paola Cerrato in veste di “madrina”, al termine dell’incontro la Società del Tarabuso era felicemente nata. Dopo un anno “di libera gestazione”, le persone che si erano conosciute nel corso dei tre anni precedenti alle lezioni e uscite BirdWatching di Legambiente Ivrea potevano così concretizzare la loro voglia di aggregazione e il loro desiderio di poter continuare a condividere insieme la passione per l’osservazione degli uccelli in natura.
In questi dieci anni trascorsi la Società del Tarabuso ha vissuto momenti belli ed esaltanti, ha visto partecipare alle sue attività gente nuova, ha “perso” nel suo corso persone che forse mai più ritroverà…..ma non è mai passato anno senza che abbia donato ai suoi soci forti emozioni legate a osservazioni rare o inconsuete.
Nel ricco e variegato mondo del BirdWatching italico non siamo più oggetti sconosciuti: ricordo un “ Arrivano quelli del Tarabuso…” gridato a voce forte a un Biancone day sulle alture di Arenzano, ricordo l’organizzazione di un Pelagic Trip al largo di Imperia a cui parteciparono decine di birder provenienti da tutto il Nord Italia….
Per ricordare degnamente il decimo anniversario dalla fondazione dell’Associazione, il Consiglio Direttivo, viste pure le istanze scaturite dai soci in occasione dell’Assemblea annuale ha deliberato di organizzare dei momenti celebrativi dedicati appunto a tale importante traguardo raggiunto.
Siete sin da ora tutti/e invitati ( anzi, direi obbligati ) a partecipare a quanto proposto e a far partecipi amici e parenti delle nostre iniziative.
Il Presidente

Assemblea Annuale dei Soci del 17/12/2005

Si è svolta al Palatarabuso in quel di S. Antonio di Azeglio l’annuale assemblea dei soci, in concomitanza con la serata degli auguri di Natale della nostra beneamata Società.
Discreto il numero dei partecipanti, infatti eravamo circa una ventina di persone, che hanno tutti collaborato alla bella riuscita della serata.
L’appuntamento era fissato per le 16 circa; dopo i primi momenti passati ad addobbare adeguatamente il salone con decorazioni natalizie (diretti magistralmente dalla ns. Segretaria Stefania) e avviati i preparativi per la preparazione della polenta (orchestrati dalla efficientissima Ines Bordet), scongiurato un molto probabile uxoricidio da parte di Gian Mario nei miei confronti (mi ero dimenticata la mousse di prosciutto a casa e quel martire di mio marito è stato rimandato alla magione per il recupero, sfidando il traffico di Ivrea di un sabato pre-natalizio) è stata aperta l’annuale riunione ordinaria dei soci. Dopo i saluti, ringraziamenti e salamelecchi vari del ns Presidente si è passati ad illustrare l’attività della Società dell’anno appena trascorso: impressioni sull’andamento delle gite, sottolineando il grande successo di quella effettuata in pullman a Ginevra e la modesta riuscita (da un punto di vista numerico) ad altre; la grande partecipazione alle varie cene sociali (bagna cauda, ajucche) nonché alla serata delle dolci diapositive quest’anno intitolata “DIGITali e Piume” (e qui mi permetto un piccolo inciso personale per ringraziare ancora tantissimo tutti i partecipanti a quella serata, visto che le foto proiettate nella prima parte erano mie, mentre nella seconda parte c’era una presentazione multimediale di Ilario, che sicuramente si unisce a me nei ringraziamenti); in seguito la Segretaria e il Presidente hanno relazionato la situazione economica finanziaria della Società (l’anno scorso abbastanza fiorente, quest’anno chissà! per chi non si fosse ancora associato…). Si è poi passati a parlare dei programmi futuri della ns. associazione, che quest’anno compie ben 10 anni, e qui sono state snocciolate proposte per varie iniziative (che sono poi state vagliate dal Consiglio Direttivo riunitosi il 13 gennaio u.s.).
Ultima decisione della assemblea era la riconferma del Direttivo, avvenuto all’unanimità.
Intanto la polenta cuoceva, sorvegliata a vista da Ines e si dava il via alla fantasmagorica gara di birdwatching anno 2005, che dopo strepiti, lamenti, pianti disperati e tentativi di corruzione alla serissima e severissima, ma un po’ (tanto) stordita organizzatrice della competizione (io me, che mi sono dimenticata di registrare da Internet sul computer il programma Window Media Player e così non ho potuto far ascoltare i canti che avevo preparato) vedeva la seguente classifica:
1) Alberto Artiglia
2) Aldo Pietrobon
E dopo un acceso spareggio
3) Tiziana Pollono
4) Gisella Lupano
5) Luciano Ughetto.
Mi sembra giusto precisare che il Presidente non ha partecipato alla competizione poiché conosceva buona parte delle mie foto che ho usato per la gara.
E finalmente …se magna!
Polenta come piatto principale, accompagnata da tante altre portate che fatico a ricordarmele tutte.
Quest’anno Babbo Natale non è intervenuto alla riunione, adirato che all’ultima gita sociale del 2005 eravamo solo in 4 (peccato la giornata era splendida); così agli intervenuti quest’anno invece del pacchettino è stato donato un calendario con foto del gabbiano tridattilo che ha allignato per qualche tempo nel mese di novembre al lago di Viverone.
La serata si è chiusa con saluti e auguri sotto il vischio.
Vi attendiamo numerosi ai prossimi appuntamenti del Tarabuso, iscritti e iscriventi e vi ricordiamo che per la prima volta ai soci viene consegnata la tessera sociale, quindi intervenite e iscrivetevi!
Gabriella Malusardi

Nuovissima Tessera Sociale

Per celebrare degnamente il decimo anniversario della Società del Tarabuso (questa frase non mi è nuova… ) a partire da quest’anno viene rilasciata ai soci la tessera sociale.
Quest’anno, sul retro della medesima, è raffigurato (ovvio!) un Tarabuso!!!
Ogni anno sarà rappresentato un uccello differente.
Sulla tessera dell’anno sociale 2978 (esaurite le specie di volatili presenti al mondo) nuovamente comparirà il Tarabuso.
Pagamento quota sociale:
è possibile ottemperare a tale “leggiadra incombenza” versando direttamente al Presidente o alla solerte Segretaria quanto dovuto, nel corso dei vari incontri proposti, o inviare un vaglia postale all’indirizzo:
Manfredo Ilario
Via Calcinaria 19
10010 Azeglio TO
Specificando chiaramente la causale.
Le quote del corrente anno rimangono invariate.

Dal Consiglio Direttivo
di G.M.Ghione

In data 13 gennaio 2006 nella sede distaccata del PalaTarabuso ovvero Cascina Picciotta di Bollengo (grazie alla sempre grande disponibilità della famiglia Artiglia) si è riunito il Consiglio Direttivo della Società.
Dopo una accesa ed estenuante discussione (fortunatamente i vari membri del Consiglio sono stati opportunamente rifocillati da dolci e bevande varie) si è deciso di riconfermare il Direttivo nelle sue cariche e quindi:
Presidente: Ilario Manfredo
Vice Presidente(ssa): Tiziana Pollono
Segretaria: Stefania Massa
Consiglieri: Alba Riva e Gian Mario Ghione
Seguiva la programmazione delle gite sociali e delle manifestazioni per i 10 anni della Società. Si chiudeva la riunione con racconti e leggende di mirabolanti avvistamenti e birders perduti nelle terre lapponi.
Si ringraziano Sesamo e Lulù per il sostegno e il supporto forniti durante la riunione.

Serata "Dolci Diapositive"
di Tiziana Pollono

Sabato 19 novembre ore 18, sono da mia suocera, mi chiede : - Dov’è che andate stasera?
Rispondo distrattamente, alzando appena gli occhi dalla rivista che sto leggendo:
- Ad Azeglio, al santuario di S. Antonio c’è una proiezione di fotografie realizzate in Digiscooping.
Lei , che conosce la nostra passione per il birdwatching, non si scompone più di tanto e ribatte:
- Cos’è, un posto all’estero dove ci sono tanti uccelli?
Chiudo la rivista e spiego :
- No, no. E’ una nuova tecnica che permette di realizzare bellissime fotografie naturalistiche utilizzanto una fotocamera digitale appoggiata all’oculare del cannocchiale, sfruttando così gli ingrandimenti sia dell’una che dell’altro.
Mi guarda, non so bene se incuriosita o offesa:
- Eh sì! Fai in fretta tu a parlare!... Digitale ...
Ai miei tempi si usava quello senza la “gi” ... e serviva solo per cucire...
Cosa vuoi che ne sappia io?
- Hai ragione, scusa. E’ che la tecnologia fa passi da gigante.
Adesso per fare fotografie non serve più il rullino, lo sviluppo... Si scatta con queste macchine, si scaricano e si vedono le immagini sul computer, al massimo si possono far stampare le più belle.
- Ah ecco, sì ho capito. Si stampano solo quelle da regalare ai nonni, che il computer non ce l’hanno e quindi non vedono un bel niente!
Ma chi è il fotografo?
Qui rispondo tranquilla:
- Sono due. Uno è il nostro presidente Ilario Manfredo.
Grande appassionato di ornitologia e profondo conoscitore degli uccelli delle nostre zone. L’altra è una socia “emergente” della Società del Tarabuso, Gabriella Malusardi: appassionata, ricca di idee e iniziative e amante (nonchè intenditrice) di tutto ciò che è tecnologico.
- Beh, quasi quasi vengo anch’io... mi hai incuriosita!
Alle 21 in realtà mia suocera non era presente al PalaTarabuso, e ha fatto male.
La proiezione è stata, a mio avviso, la migliore tra quelle fin qui proposte (ne contiamo ormai 7).
Le immagini, proiettate grazie al contributo del signor Carlo Ceniti, erano tutte non solo di grande interesse, ma anche di grande qualità!
Specie più comuni si alternavano ad altre meno conosciute, immortalate in pose e atteggiamenti che sicuramente presuppongono pazienza, abilità e conoscenza dell’animale e delle sue abitudini da parte di chi scatta. Un pubblico attento e interessato ha più volte interrotto la proiezione con gli applausi e i commenti raccolti alla fine erano tutti entusiastici.
Inoltre, mai in passato la partecipazione era stata così numerosa: il salone al piano terra, che ci ha ospitati per la seconda parte della serata, era gremito al massimo.
E certamente non hanno deluso le torte a soggetto ornitologico in gara in questa edizione. Anzi, conoscendo la passione e il tempo che occorre investire per realizzarle, mi azzardo a definirle piccole “opere d’arte”.
E per me che partecipo fin dalla prima edizione, è stato divertente indovinare gli autori dallo stile del loro prodotto, che pur essendo diverso ogni anno, mantiene caratteristiche e particolarità uniche.
Ad esempio le vincitrici, Francesca Prandi e Claudia Rossato si sono confermate artiste abili, ancora una volta alla ricerca dell’originalità e dell’effetto “prorompente” (potremmo dire... stile “Impressionista”?).
Si sono presentate in divisa da operatori di Greenpeace con un’enorme bacinella contenente un cormorano intriso di petrolio, con le piume irte e irrigidite. Era ovviamente di cioccolato ma ... l’impressione era perfetta.
La sottoscritta, sempre alla ricerca della precisione, attenta a imitare fedelmente forme e colori (potremmo dire ... stile “ Realista “ ? O più realisticamente stile “maestrina”?) ha presentato un picchio verde posato su un tronco d’albero.
Luciano Ughetto ha puntato come d’abitudine, sul simbolismo e sulla suggestione per creare nel pubblico un effetto interpretativo (potremmo dire ... stile “Astrattista”?) che colpisce sempre nel segno. Ha proposto un dolce “zampettato” da un misterioso uccellino; un cartello avvertiva “... se becco chi lo ha fatto volare via...”
Davvero inconfondibile l’opera di Francesca Siragusa, che riesce sempre a creare un’atmosfera fiabesca, tra colori caldi e particolari che evocano sensazioni (potremmo dire stile Gauguin? ).
Non me ne vogliano gli altri partecipanti (Gabriella, Stefania e papà, e Iole) se i miei farneticanti paragoni artistici finiscono qui ... Li consoli il fatto che al momento del taglio e dell’assaggio il pubblico non ha certo valutato lo stile, gustando e apprezzando in egual misura tutti i dolci, anche quelli più naif!

Agli Onori Della Cronaca!

La nostra cara socia Gabriella Malusardi ha avuto recentemente l’alto e ambito riconoscimento di poter essere annoverata nel Ghota della fotografia uccellara d’Italia!!! Infatti alcune sue immagini di soggetti ornitologici sono visibili nella pagina FOTOGALLERY del sito web di EBN ITALIA – Il Birdwatching italiano.
Le fotografie di Gabriella ritraggono due specie: il Codibugnolo e il Pigliamosche.

Piccoli Annunci

Questo spazio redazionale è a disposizione di tutti i Soci/e per i loro annunci e inserzioni stile “Vendo, compro, baratto, cerco moglie anche usata…”

Annuncio N.° 2:
Cavalletto Manfrotto 190 completo di testa Manfrotto 141RC.
Vendo a 120 EURO.
Rivolgersi (con fiducia) a Franco Benedetto 347-4849974

Fiori D'Arancio

Confermiamo con la nota presente (vedi Ga(r)zetta del Tarabuso N° 14) l’avvenuto matrimonio del nostro caro socio Franco Benedetto con la gentile signorina Renata Rossetti. Tale strepitoso evento ha avuto luogo ad Azeglio in data 11 settembre 2005, presso la Chiesa Parrocchiale, in un frastuono assordante di tuoni, illuminato da accecanti lampi e paurose scariche di fulmini, tra scrosci di pioggia torrenziale stile Diluvio Universale!!!!!!
Tutta la Società del Tarabuso rinnova agli sposi sinceri auguri di felice e FECONDA vita matrimoniale!!!!

Primi Vagiti

Per ora NULLA da segnalare!!!!





















Torna ai contenuti | Torna al menu