Società del Tarabuso


Vai ai contenuti

Anno VIII n. 16

Archivio Notiziari

anno VIII - n°16

Supplemento poco illustrato e poco serio al “Corriere piccolo”.
Periodico di cultura ornitologica, vacanziera, gastronomica.
Si pubblica come e quando si può.
Inviato gratuitamente ai soci in regola con la quota associativa annuale.

Direttore irresponsabile: Germano Realis
Segretaria di Redazione: Silvia Borin
Capo Redattore: Piova Nello
Inviati Speciali all’Estero: Martin Fisherman, Jean Leblanc
Corrispondente da Londra: Jack Snipe

Hanno collaborato a questo numero: Tiziana Pollono, Gabriella Malusardi,
Gian Mario Ghione, Ilario Manfredo.


Piccole Considerazioni

Carissime amiche e carissimi amici della SOCIETà DEL TARABUSO, ancora una volta la Ga ( r ) zetta del Tarabuso giunge a voi, portando le ultime novità di quella che probabilmente è la più “antica” associazione italiana costituitasi per propagandare il birdwatching.
A pagina 3 troverete l’elenco delle gite proposte. E’ vero, ben due sono riproposizioni dello scorso anno, ma poiché un anno fa causa avverse condizioni meteo furono annullate, noi ci riproviamo…..
Giova inoltre ricordare che quella di metà settembre in Liguria alla ricerca del mitico Piviere tortolino ci è stata “quasi imposta” dalla nostra amica Gabriella Motta di Genova, la quale sarà nostra graditissima ospite in qualità di relatrice e presentatrice alla serata delle “Dolci diapositive”.
Così rispose Gabriella alla nostra richiesta di presentarci le sue diapositive:” Io vengo da voi….se voi venite al Passo del Faiallo a cercare i Tortolini!”.
Beh, direi che come “scambio” culturale abbiamo fatto un ottimo affare.
In fondo anche questo è il bello del birdwatching: conoscere altre realtà simile alla propria, (Gabriella è una colonna di Liguria Birding, un gruppo di birder liguri molto attivo ), confrontarsi, scambiarsi importanti informazioni, non rimanere chiusi nel proprio “orticello”. Se sempre più persone si dedicano all’osservazione degli Uccelli è naturale che si crei sul territorio una vasta rete di realtà come la nostra.
Ed è bello e giusto che questa “rete” sia sempre “a maglie molto strette” per far sì che ci si integri e ci si supporti a vicenda.
“Venti anni fa andare in giro a vedere gli Uccelli faceva ridere la gente… “.
Così ha detto a un recente convegno l’ex Segretario Generale della L.I.P.U. Francesco Mezzatesta; adesso, per fortuna e per una certa diffusa cultura civile, ( ho detto civile e non naturalistica,, “naturalistica” mi pare un termine troppo riduttivo ) l’andare in giro per boschi e paludi armati di binocoli e cannocchiali inizia ad essere considerato un normale passatempo. Anche se potremmo essere sicuramente più persone a praticare il Birdwatching, sicuramente…d’altronde basta considerare il buon successo di trasmissioni televisive che trattano documentari naturalistici. A noi però gli animali piacciono soprattutto “in diretta dal campo”. E’ lì il bello del Birdwatching, è lì il bello della nostra associazione, associazione che quest’anno ha compiuto 10 anni di vita.
E. altre emozioni ci aspettano ancora da qui al 2016…..ma questa sarà un’altra storia!!!
A presto.
Il Presidente

In Gita a Punta Chiappa
di Tiziana Pollono

26 Marzo, prima domenica di primavera del 2006, a Ivrea si raduna un nutrito gruppo di soci.
I Tarabusi sono soliti rispettare il loro motto “ Binocula, aves et fraternitas “ salutandosi con calore anche quando il ritrovo è alle prime luci dell’alba, ma in questa occasione gli abbracci e i sorrisi si rivolgono con particolare intensità a tre dei partecipanti, Marinella, Carla e Leda, che hanno fatto parte del nostro gruppo fin dagli inizi, ma che da qualche anno, per motivi diversi, abbiamo assai raramente avuto il piacere di incontrare durante le nostre uscite.
Poi si parte alla volta del Mar Ligure, “capitanati” come sempre dal nostro Ilario, che provvede ad allietare il viaggio non solo intrattenendoci con il suo carismatico eloquio, ma altresì distribuendo graditi dolcetti.
L’autista del mezzo è, ancora una volta, l’affidabile Mario, ormai considerato socio ad honorem del nostro gruppo.
Giunti in Liguria, alla frazione di S. Rocco ecco l’atteso incontro con “l’equipaggio fantasma”, composto da altri due soci “storici”: Luciana Massara e Sergio Pomesano!
Il clima è assai poco primaverile, scende una pioggerellina sottile, fa freddo e in giro c’è pochissima gente; vengono alla mente i versi malinconici di una famosa canzone “ ... mare mare qui non viene mai nessuno a farti compagnia ... sabbia bagnata ... stanche parabole di vecchi gabbiani .... “ ma per contrasto noi birders, seppur tra mantelline impermeabili e ombrellini pieghevoli, godiamo nell’occasione di un umore solare, di un’atmosfera fraterna e “caldissima” : un gruppo di amici vecchi e nuovi si trova insieme per sbinocolare, certo, ma soprattutto ... per commemorare i dieci anni della Società del Tarabuso!
Ecco allora che la lunga e scivolosa scalinata da discendere, diviene una festosa passeggiata tra piantagioni di arance e limoni, arbusti e cespugli di macchia mediterranea, graziose chiesette e rare case affacciate dall’alto sul mare. Si scrutano i cespugli e le chiome degli alberi alla ricerca di passeriformi, qualcuno in particolare spera di “scovare” l’Occhiocotto, ma il grigiore della giornata evidentemente invoglia i nostri amici pennuti a starsene tranquillamente rintanati.
Giungiamo a Punta Chiappa. La visibilità è scarsa , ma il posto è bellissimo: alla nostra destra si distingue il suggestivo borgo di Camogli, a sinistra , nascosti dal promontorio, l’abbazia di S. Fruttuoso e Portofino sono a pochissima distanza. Subito si dispiegano i potenti mezzi ottici a nostra disposizione, si spera che la sorte ci conceda di festeggiare il compleanno con qualche avvistamento d’eccezione : una Sula o qualche Uccello delle tempeste ci andrebbero benisssimo!
Dopo un paio d’ore di infruttuoso sea - watching Luciano e Carlotta chiamano tutti a raccolta: si procede al taglio della torta e si brinda ai dieci anni della Società; malauguratamente il tappo della bottiglia di spumante, che Luciano ha provveduto a stappare con un bel botto, va a finire sulla testa di un ignaro ( e raro!) passante, prontamente consolato con una bella fetta di dolce!
A ricordo della giornata, l’autoscatto della macchina di Gabriella ci immortala in una foto di gruppo. Intanto la pioggia si fa più fitta e ci obbliga alla risalita; allungo un’ultima carezza al mio nuovo amico: uno dei numerosi gatti dei pescatori di Punta Chiappa, più precisamente un grazioso micino bianco e nero, che dopo aver di molto apprezzato il prosciutto del mio panino (forse stanco del solito pesce!) si è accoccolato sulle mie ginocchia e mi ha ringraziata con un concerto di fusa.
Qualcuno salendo cerca di contare i gradini, arrendendosi all’evidente latitanza dei volatili, ma sono davvero tanti e tenere il conto risulta assai impegnativo.
Raggiunta S. Rocco c’è chi si consola con un trancio di focaccia, altri si scaldano in un bar.
La partenza per il rientro avviene con grande anticipo sulla tabella di marcia; il tempo migliora nettamente dopo il Passo del Turchino, così qualcuno propone di far tappa nelle risaie del Vercellese. Sostiamo a Leri e sulle torri della centrale ben presto individuiamo il Falco pellegrino. Il laghetto e le risaie intorno non offrono avvistamenti degni di nota, ma ci garantiscono una “dose” soddisfacente di pennuti!
Nel tardo pomeriggio ci salutiamo, dandoci appuntamento a presto e augurando alla Società ... mille di questi giorni!!

Escursioni Birwatching

Domenica 15 Ottobre 2006 - Les Combes (AO)
Gita autunnale a Le Comb, ridente località della Valle d’Aosta resa celebre per i soggiorni estivi dei Papi succedutisi al Soglio di San Pietro nel corso degli ultimi 26 anni.
Tra ombrose pinete, luminose radure e freschi rii montani ci dedicheremo alla spasmodica ricerca delle specie ornitiche che colà allignano!!!

Domenica 28 Gennaio 2207 – Lago di Meugliano (TO)
Si propone ai soci e simpatizzanti una escursione breve di solo mezza giornata.
Tale proposta fu a suo tempo richiesta nel corso dell’Assemblea Annuale,
e il Consiglio Direttivo con piacere la fa propria.
A pochi kilometri da Ivrea, ai bordi di un ridente laghetto circondato da una fresca pineta, compiremo le nostre interessanti osservazioni di specie magari comuni ma che meritano pure loro la nostra attenzione.

Per partecipare alle varie gita si prega di telefonare al Signor Presidente entro le ore 21,00 del venerdì antecedente l’escursione, fatte salve diverse disposizioni in merito.
Si ricordano i numeri di recapito: 0125 - 727 126 340 – 37 30 955

Appuntamenti

Sabato 18 Novembre 2006 Ore 21:04
SANTUARIO DI SANT'ANTONIO ABATE DI MONTE PEROSIO - AZEGLIO
Come da tradizione ormai ben consolidata, a metà Novembre di ogni anno i soci e i simpatizzanti della nostra associazione sono invitati a partecipare alla proiezione di diapositive di carattere naturalistico associata alla tradizionale gara delle torte ornitologiche.
Quest’anno gradita ospite in qualità di “presentatrice” dei propri scatti fotografici sarà la nostra amica Gabriella Motta da Genova che presenterà un’interessantissima proiezione in formato digitale dal titolo “IL PALEARTICO ATTRAVERSO IL DIGISCOOPING – Viaggio alla scoperta degli Uccelli dalla Penisola di Varanger alle sabbie del Sinai”.
Al termine della serata avrà luogo la tradizionale gara del dolce ornitologico “IL BIGNE’ DI PLATINO”.
Chi vorrà partecipare dovrà portare in dono ai convenuti un dolce creato dalle proprie mani, purchè di chiara ed inequivocabile attinenza ornitologica.
Tutti i partecipanti alla serata, tramite votazione, concorreranno alla proclamazione del dolce più simpatico, bello e spiritoso.
Ai primi classificati verranno consegnati bellissimi premi!!!!
Tutti i dolci concorreranno quindi a far parte del ricco buffet che sarà elargito ai presenti, in onore della relatrice della serata.

Sabato 16 Dicembre 2006
ASSEMBLEA ANNUALE ORDINARIA DEI SOCI E SOCIE
Avrà luogo sabato 16 dicembre 2006 al PalaTarabuso presso il santuario di Sant’Antonio Abate di Monte Perosio in quel di Azeglio ( TO ).
I Soci e le Socie in regola con la quota sociale anno 2006 riceveranno a tempo debito ( secondo quanto stabilito dallo Statuto societario ) l’avviso di convocazione.
Al termine dell’Assemblea seguirà spettacolare gara di Birdwatching organizzata da Gabriella Malusardi; a seguire si svolgerà la tradizionale “Cena degli Auguri”.


Conferenza "Torna la Cicogna Bianca in Piemonte"
di Gabriella Malusardi e Gian Mario Ghione

In occasione del decennale della fondazione, venerdì 5 maggio 2006 la Società del Tarabuso ha organizzato una conferenza dal titolo “Torna la Cicogna Bianca in Piemonte”.
Relatrice della serata è stata la dottoressa Gabriella Vaschetti, responsabile del Centro Cicogne e Anatidi di Racconigi.
La conferenza si è svolta presso il salone del Canoa Club di Ivrea e, nonostante il brutto tempo, c’è stata tutto sommato una buona partecipazione di pubblico; certo speravamo di riempire la sala, anche perché i volantini erano stati distribuiti in giro per tutta Ivrea e l’avvenimento era stato pubblicizzato anche sul supplemento della Stampa Torino7 e sulla Sentinella del Canavese.
Comunque gli intervenuti non sono stati certamente delusi, grazie alla bravura e alla simpatia della relatrice, che con l’ausilio di una serie di foto e grafici, ci ha intrattenuti per più di un’ora.
Gabriella Vaschetti ha iniziato descrivendo la Cicogna, illustrandoci i suoi comportamenti, le sue abitudini alimentari e riproduttive, tecniche di volo e rotte di migrazione; in seguito ha tracciato la storia della presenza della Cicogna in Europa e in specialmodo Italia e Piemonte. E’ poi passata ad illustrare tutto il lavoro svolto per arrivare alla creazione del Centro Cicogne di Racconigi, nato nel 1985 grazie soprattutto alla grande passione di suo padre Bruno Vaschetti, in collaborazione con la LIPU: le consulenze avute da un centro svizzero, che in seguito ha fornito i primi esemplari di Cicogne con le quali iniziare il lavoro di ambientamento dapprima in voliere, la formazione della prime coppie, la sistemazione di piattaforme per favorire la nidificazione, al fine di arrivare a creare un nucleo stabile che fosse anche di richiamo per le Cicogne in migrazione.
Ora il centro di Racconigi può vantare il successo dell’iniziativa, con un buon numero di coppie nidificanti, formate sia da individui nati a Racconigi (naturalmente tutti i pulli vengono regolarmente inanellati ancora nel nido; lavoro pare non particolarmente piacevole dice Gabriella, dati i residui alimentari sparsi per il nido) che da individui esterni al centro, alcuni inanellati (e grazie alla lettura degli anelli si è potuta verificare la provenienza da varie parti d’Europa e d’Africa) e alcuni senza anello, comunque migratori, che attirati dalla colonia ormai stabile (alcuni grossi nidi sono anche sul castello di Racconigi, all’interno del parco del castello su un edificio denominato la Limonaia, e nel centro del paese di Racconigi) si fermano per riprodursi.
Gabriella ha poi risposto alle domande del pubblico, fornendo delle notizie su argomenti come l’introduzioni di specie esotiche, e esponendo un suo pensiero sul problema dell’influenza aviaria.
Alla fine grandi applausi per una bravissima relatrice.
Un ringraziamento va infine all’ormai collaudato tecnico audio-video, nostro caro amico e simpatizzante della Società: Carlo Ceniti.

Vendo Compro Baratto

Questo spazio redazionale è a disposizione di tutti i Soci/e per i loro annunci
e inserzioni stile “Vendo, compro, baratto, cerco moglie anche usata…”
Vendesi pannello di plexiglass, dimensioni cm. 100 x 84.
Proprietà della Società del Tarabuso.
Chi lo acquista aiuterà economicamente la nostra associazione!!!
Rivolgersi al Sig. Presidente: 0125 – 727 126 340 – 37 30 955.

Fiori D'Arancio

Nulla da segnalare…..purtroppo.
La Redazione attende con fiducia buone notizie!!!!
Soci e socie in libertà….datevi da fare!!!!!!

Primi Vagiti

Con incommensurabile gaudio la redazione de la Ga(r)zetta del Tarabuso rende edotti i propri affezionati lettori e lettrici della nascita di Cloe Nardin, figlia primogenita della nostra cara socia Francesca Prandi e di Daniele.
Il grande evento ha avuto luogo alle ore 4,52 di Domenica 9 Luglio presso il reparto maternità dell’Ospedale Maggiore di Chieri. Al momento della nascita la piccola Cloe pesava 3,040 Kg. Attualmente gode ottima salute, cresce sana, forte e robusta, amorevolmente coccolata e accudita, oltre che da mamma e papà, anche da Olivia, Attila e zia Claudia. Ai neo genitori, ad Attila e a Olivia giungano le più vive felicitazioni da parte di tutta la Società del Tarabuso, a Cloe esterniamo a nome di tutti i soci/e sinceri auguri di una vita colma di gioia e di serenità.

E’ ancora con somma gioia che diamo notizia di un’altra nascita.
Il nostro caro socio Franco Benedetto è divenuto, in data 28 Luglio alle ore 07,00, papà di una bella bimba: Maria. La moglie di Franco, la gentile signore Renata, ha dato alla luce la piccola Maria presso l’Ospedale Civile di Vercelli; al momento della nascita la piccola pesava 2,400 Kg. Attualmente gode ottima salute!!!
Anche a Franco e Renata giungano le più fervide felicitazioni da parte di tutti/e i soci/e, e alla piccola Maria tanti, tanti, tanti auguri di una vita serena…. (rallegrata magari tra circa un anno dalla nascita di un bel fratellino...)




















Torna ai contenuti | Torna al menu