Società del Tarabuso


Vai ai contenuti

Anno XII n. 23

Archivio Notiziari

La GA(R)ZZETTA del TARABUSO
ORGANO UFFICIALE DELLA SOCIETA' DEL TARABUSO
Anno XII, numero 23
Supplemento poco illustrato e poco serio al "Corriere piccolo".
Periodico di cultura ornitologica, vacanziera, gastronomica.
Si pubblica come e quando si può.
Inviato gratuitamente ai soci in regola con la quota associativa annuale.
Direttore irresponsabile: Germano Realis. Segretaria di Redazione: Silvia Borin.
Capo Redattore: Piova Nello. Inviati Speciali all'Estero: Martin Fisherman, Jean Leblanc.
Corrispondente da Londra: Jack Snipe
Hanno collaborato a questo numero: Carlotta Pesando; Ilario Manfredo.

Stampa: Cooperativa Amanuense "Il Fraticello" c/o Convento Trappista del Monte Sacro ( BO ).

Ultime notizie!

Carissime socie, soci, e simpatizzanti della Società del Tarabuso,
in questo freddo inverno del primo anno del nuovo decennio riprendiamo le nostre attività, sempre sospesi in un incerto equilibrio tra pura ornitologia e momenti "culturali" dedicati alle sane tradizioni enogastronomiche della nostra terra. All'interno di questo notiziario troverete le note riguardanti il ricco programma 2010 prima parte. Sperando vivamente incontri, quanto proposto, i favorevoli consensi di voi tutti.
Colgo l'occasione per informarvi che nel corso dell'ultima Assemblea annuale dei Soci e Socie è stata approvata la modifica all'articolo 5 dello Statuto societario. Al testo che originariamente così recitava: "Chiunque può chiedere di aderire alla Società del Tarabuso" sono state aggiunte le seguenti parole: "purché non pratichi l'attività venatoria".
Insomma i cacciatori, con cui magari non si può aprioristicamente escludere una collaborazione in eventuali futuri progetti, non possono fare parte della nostra associazione di birdwatcher in qualità di soci, considerato e approvato che caccia e birdwatching sono due attività inconciliabili.
L'Assemblea dei Soci e Socie ha però bocciato la proposta di integrare l'articolo 8 con nuovi specifici commi riguardanti le modalità di perdita della qualifica di Socio.
Per quanto riguarda la composizione del Consiglio Direttivo, non essendo pervenute nuove candidature, essa risulta inalterata rispetto all'anno appena trascorso. Anche al suo interno il Consiglio Direttivo non ha apportato alcuna modifica nella distribuzione delle cariche. Infine informo che la quota sociale è rimasta invariata!!!!!! Noi sì che NON aumentiamo le tasse!!!!
Un caro saluto a voi tutte/i e un arrivederci a presto!

Il Presidente

LAGO NERO - ORE 17,42 - APPUNTAMENTO CON GUFO ( reale )
di Carlotta Pesando

All'imbrunire, tre macchine con losche figure percorrono la stretta strada a tratti lastricata che, passando sotto le lugubri mura del castello del marchesato di Montalto Dora, porta al "lago nero" così chiamato per le sue acque scure…………………
Potrebbe essere l'inizio di un "noir", uno di quei racconti da raccapriccio…invece NO !
E' un bellissimo tardo pomeriggio, il presidente della Società del Tarabuso, noto gruppo di osservatori di uccelli, dopo la segnalazione del socio L. Ughetto dell'avvistamento da parte di due guardie provinciali di un Gufo reale al lago Nero, ha lanciato con Internet a tutti i soci e simpatizzanti interessati, un appuntamento per martedì 19 gennaio alle ore 16,45 nel piazzale della chiesa parrocchiale di Montalto Dora .
Le prime ad arrivare sono "UDITE UDITE!!!" la Francesca Prandi con la piccola Cloe e la "zia" Claudia ( ma non Rossato… ).
E' molto che i nostri amici non hanno occasione di godere della sempre allegra compagnia della Francesca, per dare l'idea di quanto tempo sia passato si può dire che ha messo in cantiere e partorito anche Viola, e Cloe con orgoglio li mette subito al corrente che la sorellina cammina già da sola…..!!!
Di seguito arrivano Alba e Gisella che hanno l'onore di accompagnarsi con il Presidente Ilario e Luciano con Carlotta. Chi manca? Mancano Claudia e Luca (…ma le amiche di Francesca si chiameranno tutte Claudia ?…)
Il ritardo dei due manda in fibrillazione la parte maschile del gruppo, i ragazzi temono che scenda il buio prima che si sia raggiunto il punto di avvistamento.
Per la pace di tutti, due auto si muovono mentre Carlotta aspetta i due "poveretti" che arrivano da Saluzzo l'uno e Brandizzo l'altra e hanno "mangiato" nebbia sino a Caluso.
In un attimo il gruppo si ricompatta su:" …una roccia a balconata sul lago, con sasso erratico e pino…" come da indicazione ricevuta.
E qui inizia l'attesa.
Dicono i trattati di psicologia che ogni desiderio del bambino deve passare tre tempi fondamentali:
" Nascita del desiderio ( … vedere il gufo reale)
" Attesa ( …siamo nel pieno della seconda fase)
" APPAGAMENTO del desiderio ( ???? !!! ????)
Nove adulti si muovono girando su sé stessi ognuno sperando in cuor suo di essere il prescelto per l'avvistamento, mentre la piccola ma pepperina Cloe analizza delle impronte di "grande cane" nel fango e poi guardandoli seria spiega : " …ma adesso il gufo è nella sua casa…. Forse ci fa uno scherzetto e si sta nascondendo… ma non viene perché qui non ci sono i topolini, io non li vedo…"
Ma ecco l'urlo: " Là, là… verso il fondo del lago, basso, una sagoma nera in volo…" Il prescelto è stato Ilario!
Tutti puntano i binocoli e vedono la sagoma nera che silenziosamente sparisce nel buio del bosco.
Grande eccitazione , quanto sarà durato ? 30 secondi, forse 45?
Ma sono felici e commossi, con gli occhi si baciano tutti ( baciarsi con lo sguardo è molto più veloce e se ci si intende fa lo stesso effetto !)
Nella zona del lago Nero, presso Montalto Dora, vola un GUFO REALE e loro ne sono testimoni!
Non ha cantato, peccato ! Ma può essere un buon motivo per tornare.
Ormai è buio, nel cielo si vedono le prime stelle e splende una fetta di luna argentea, iniziano a sentire i primi brividi di freddo ma nessuno accenna a lasciare il posto.
Si è aggiunta al gruppo Gabriella M. , per pochi attimi ha mancato all'appuntamento, tutti ne sono dispiaciuti, allora Luciano per risollevare il morale della truppa prova a lanciare il richiamo dell'Allocco ed uno risponde più volte girando nella zona ma senza uscire allo scoperto .
Per "zia" Claudia è la prima volta, per i Tarabusi veterani no, ma è come se fosse la prima….
e non cercate di spegnere il loro entusiasmo !
Ora è tardi, si accendono le pile ed il gruppo sempre ciarliero torna alle auto, un caldo abbraccio e poi via…. alla prossima…!!!!!

P.S. In questa occasione abbiamo verificato che con un semplice tam-tam informatico siamo riusciti in quattro e quattro otto a riunire 11 persone interessate all'evento. Quindi possiamo dire che la cosa funziona ed è positiva!!!

Appuntamenti "culturali"

Bagna cauda sociale
Sabato 27 Febbraio 2010

Tale evento avrà luogo presso il Pala Tarabuso, alias Santuario di Sant'Antonio Abate di Monte Perosio in quel di Azeglio ( TO ), lungo la sponda occidentale
del Lago di Viverone, alle ore 19,30 della data suddetta. Il gustoso intingolo sarà magistralmente realizzato con amorevole cura dalla nostra VicePresidentessa Tiziana. Chi ha piacere di partecipare sappia che dovrà presentarsi puntuale all'appuntamento recando seco 7 acciughe ben lavate e diliscate, acciughe del fenotipo "sotto sale". Non saranno accettati filetti sottolio di tale veloce e rapido pesce atlantico. Prezzo indicativo dell'evento mangereccio: circa 10 Euro ad personam. Prenotazione obbligatoria a un numero presidenziale a scelta entro le ore 21,07 del giorno giovedì 25 febbraio 2010.


Cena delle Ajucche
Sabato 8 Maggio 2010
In tale data avrà luogo il tradizionale convivio gastronomico della cena delle Ajucche, erbe di montagna dalle molteplici virtù salutari. Al momento di andare in stampa non è ancora conosciuto il luogo dell'incontro culturale. Il prezzo è ipotizzabile sul valore di circa 20 / 22 Euro a personaggio. Le persone interessate telefonino all'approssimarsi della data suddetta a un numero presidenziale a scelta; si raccomanda tuttavia di compiere tale prenotazione entro e non oltre le ore 20,27 del giorno martedì 4 maggio 2010.
Vi ricordo i numeri telefonici presidenziali: 0125 727 126 340 37 30 955

Programma ufficiale escursioni di bw

Domenica 21 Marzo 2010
Escursione sulle rive del Po.
Nel primo giorno di Primavera esploreremo il corso del Grande Fiume Padano, sui cui greti sostano immensi stuoli di Anatre in migrazione, Cormorani, Aironi, Limicoli diretti verso i loro quartieri di nidificazione. L'area oggetto della nostra esplorazione sarà quella compresa tra Brusasco e Verrua Savoia, uno dei siti già frequentato dagli amici della Società del Tarabuso sin dagli albori della costituzione del nostro sodalizio.

Domenica 18 Aprile 2010
Pic nic in risaia.
Torna un appuntamento ormai tradizionale del nostro estemporaneo modo di fare birdwatching, amalgamando la ricerca ornitologica a momenti più prettamente "veniali". Al mattino ci dedicheremo con grande passione alla ricerca dei migratori che frequentano l'ambiente risicolo in tale periodo; verso le ore 13,09 cercheremo invece di ritemprare lo spirito e sopratutto il corpo, condividendo con gli amici vari antipastini primaverili, torte salate, uova sode e piselli ripieni, dolci della casa, caffè e amaro. Se le forze lo permetteranno nel pomeriggio ripartiremo impavidi alla ricerca del Chiurlottello, il cui avvistamento sarà vincolato "dal grado di ebbrezza" dovuto al Passito di Caluso sorseggiato a fine pic nic.
Per motivi organizzativi chi è intenzionato a partecipare è pregato di informare l'organizzazione della propria gradita presenza, telefonando al Presidente entro le ore 19,30 del giorno 16 aprile 2010.

Domenica 16 Maggio 2010
Birdwatching e Geologia nell'area dei Cinque Laghi.
Viene proposta un'escursione "mista" nella zona dei Cinque Laghi di Ivrea. Ovvero, saremo accompagnati per l'occasione dal dottor Nicola Lauria, insigne figura di uomo di scienza, che tra un avvistamento di una lontana Poiana e un vicino Picchio rosso maggiore, ci illustrerà le caratteristiche geologiche di tale area, conosciuta appunto in ambito scientifico nazionale come una zona con particolari e inconsuete peculiarità geomorfologhiche. Una ghiotta occasione per conoscere più da vicino e dal vivo la nostra ubertosa terra canavesana, e la natura che essa ospita.

Sabato 19 Giugno 2010
Ascendendo verso il Nivolet.
Percorrendo in auto la ripida strada che con sinuosi tornanti si inerpica da Ceresole Reale verso il pianoro del Nivolet, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso, effettueremo varie e numerose soste che produrranno interessanti avvistamenti della tipica fauna alpina: Fringuelli alpini, Gracchi corallini, Aquile reali, Marmotte a iosa, Spioncelli e tanto altro ancora!
All'uscita è abbinato il concorso "Io vedo un Gipeto, e tu lo stai vedendo?". Ovvero, a chi tra i partecipanti avvisterà per primo un esemplare di tale specie di avvoltoio, verrà elargito un punto omaggio nel corso della gara di birdwatching che avrà luogo in occasione dell'assemblea dei soci nel prossimo dicembre 2010.





Sabato 26 Giugno 2010
La notte dei Caprimulgidi.

Torna a grande richiesta un appuntamento che sempre ha elargito forti e intense emozioni ai partecipanti a questo interessante appuntamento ornitologico.
Faremo ritorno, questa volta di notte, nell'area dei Cinque Laghi di Ivrea, e andremo alla ricerca del mitico Succiacapre, che in tale zona si riproduce con numerose coppie. Sarà notte di plenilunio e sarà emozionante scorgere, al pallido chiarore selenico, le sagome di questi misteriosi uccelli librarsi nel cielo con le loro piroettanti evoluzioni aeree, mentre altri esemplari posati su alberi morti lanceranno nell'aere il loro inquietante richiamo d'amore.

Gita culturale: Domenica 7 Marzo 2010.
Andiamo al forte di Bard a vedere la
"Mostra Fotografica Wildlife Photographer of the Year 2009".
Tratto da: http://www.ansa.it/turismovalledaosta/notizie/fdg/201001231048366079/201001231048366079.html


A cura di BBC Wildlife Magazine e London Natural History Museum, gli scatti più belli della fotografia naturalistica sono esposti al Forte di Bard dal 14 gennaio - 25 marzo 2010
L'esposizione nasce dal concorso fotografico indetto dal Natural History Museum di Londra in collaborazione con il BBC Wildlife Magazine. La mostra presenta al pubblico, per la prima volta in Italia, 97 immagini naturalistiche provenienti da ogni angolo del mondo e frutto del concorso fotografico indetto dal Natural History Museum di Londra, in collaborazione con il 'Bbc Wildlife Magazine'. Il premio, che si tiene ogni anno dal 1964, e' il piu' prestigioso al mondo nel suo genere, con oltre 43.000 partecipanti provenienti da 94 paesi. In ognuna delle 16 categorie - tra cui 'Animali nel loro ambiente', 'Comportamento degli animali', 'Mondo subacqueo' e 'Luoghi selvatici' - sono stati selezionati un vincitore, uno o due secondi posti, e una selezione di encomi e menzioni speciali sulla base della valenza artistica, oltre che per la maestria nell'uso delle tecniche fotografiche. Tra le immagini in mostra al Forte di Bard, oltre ai vincitori delle varie categorie, sono presenti anche due opere vincitrici del premio piu' ambito, il 'Veolia environnement wildlife photographer of the year' (assegnato al fotografo spagnolo Jose' Luis Rodríguez, con l'immagine 'The storybook of wolf' che ritrae un rarissimo lupo iberico mentre balza aldila' di un recinto protettivo) ed il 'Veolia environnement young wildlife photographer of the year' per il miglior fotografo under 17 (attribuito allo scozzese Fergus Gill, con l'immagine 'Clash of the yellowhammers' che ritrae due zigoli che litigano per accaparrarsi i chicchi d'avena in un giorno di neve). Il percorso espositivo e', inoltre, arricchito da musica di ambientazione e da due proiezioni: la prima, dal titolo 'From Pole to Pole', presenta una rassegna di immagini fotografiche premiate nelle precedenti edizioni, dall'Artico all'Antartide, passando attraverso i vari continenti; la seconda e' invece dedicata al tema dei cambiamenti climatici. In tale contesto e' stato, infine, allestito un angolo informativo per la sensibilizzazione sui cambiamenti climatici.
Ultima ora: al momento di andare in stampa la Redazione de La Garzetta del Tarabuso è venuta a conoscenza che l'attribuzione del primo premio del concorso fotografico 'Veolia environnement wildlife photographer of the year' è "sub judice" per presunta frode da parte dell'autore dello scatto.
Per partecipare alle escursioni e gite si prega di telefonare entro le ore 12,00 del giorno antecedente la prevista uscita ai numeri Presidenziali:
0125- 727 126 340 -37 30 955. Fatte salve altre specifiche raccomandazioni.


Pronto Intervento Accidentali

Durante i laboriosi e faticosi lavori dell'ultima Assemblea annuale dei Soci e delle Socie è emersa l'esigenza di rendere maggiormente fruibili a tutti i soci eventuali iniziative di viaggi "last minute" alla ricerca di rarità ornitologiche segnalate in Italia o in una qualunque area del Paleartico Occidentale. Ovvero: quando viene segnalata in rete web una super rarità perché non organizzare un'escursione con diverse persone della nostra associazione interessate all'evento? Con poche telefonate, SMS, mail o segnali di fumo, si potrebbe allestire un team pronto alla partenza, verso strepitosi lifer! Sia ben chiaro che tali iniziative organizzative dovranno scaturire ed essere proposte da persone interessate all'eventuale viaggio; nessuno per favore contesti al Consiglio Direttivo l' eventuale mancata segnalazione di rarità e la NON organizzazione di eventuali trip.
I soci interessati a tale iniziativa segnalino per favore il loro nominativo al Presidente che, unitamente al Consiglio Direttivo, stabilirà tempi e metodi operativi relativi a quanto proposto.
E'infatti allo studio l'attivazione da parte della Presidenza di un numero telefonico dedicato, con solleciti sms di allerta alla partenza agli iscritti del team "Pronto Intervento Accidentali".
Per saperne di più o iscriversi al servizio inviate una mail alla Presidenza:
ilario.manfredo@libero.it o in alternativa telefonate ai seguenti numeri: 0125 727 126;
340 37 30 955. In ultimo un consiglio a chi si iscriverà. Abbiate l'accortezza di avere sempre una valigia pronta, o in alternativa dei panini già imbottiti nel vostro freezer, perché il Pirimpillo maculato è come il risotto: si fa aspettare, ma lui non aspetta!!!! E chi arriva in ritardo lo mangia scotto!!!

Primi vagiti

In data 1° ottobre 2009 alle ore 22,15 è nato Stefano Cozzo, figlio della gentile signora Francesca e di papà Mario, nostro caro amico e simpatizzante. Al momento della nascita il pargolo pesava 4.040 grammi!!! Esso attualmente cresce sano, forte e robusto! A tutta l'allegra famigliola giungano i più fervidi e sinceri auguri di ogni bene e serenità da parte di tutti gli amici e amiche della Società del Tarabuso.

Fiori d'arancio


Non sono giunte alla Redazione conferme di matrimoni vari e da precise indagini del Servizio Investigativo "Il SACRO segreto" risulta che al momento purtroppo non sono previsti eventi matrimoniali riguardanti soci, socie o simpatizzanti vari.


Questo numero è stato stampato in 798.438 copie in data 7 Febbraio 2010 ( XV dall'Avvento del Tarabuso ) da:
Cooperativa Amanuense "Il Fraticello"
c/o Convento Trappista del Monte Sacro del Pellegrino Stanco ( BO ).

La Ga( r ) zetta del Tarabuso Tornerà in edicola in 25 agosto 2010.
Arrivederci!!!!!!!



























































Torna ai contenuti | Torna al menu