Società del Tarabuso


Vai ai contenuti

Anno XIV n. 27

Archivio Notiziari

La GA(R)ZZETTA del TARABUSO
ORGANO UFFICIALE DELLA SOCIETA' DEL TARABUSO
www.societadeltarabuso.com
Anno XIV, numero 27
Supplemento poco illustrato e poco serio al "Corriere piccolo".
Periodico di cultura ornitologica, vacanziera, gastronomica.
Si pubblica come e quando si può.
Inviato gratuitamente ai soci in regola con la quota associativa annuale.
Direttore irresponsabile: Germano Realis. Segretaria di Redazione: Silvia Borin.
Capo Redattore: Piova Nello. Inviati Speciali all'Estero: Martin Fisherman, Jean Leblanc.
Corrispondente da Londra: Jack Snipe
Hanno collaborato a questo numero: Francesca Siragusa; Gabriella Malusardi; Ilario Manfredo
Stampa: Stamperia Amanuense del Convento del Fratino e del Fraticello. Cesena


ASSEMBLEA 2011

Nel rustico, caldo e accogliente ambiente del PalaTarabuso, presso il Santuario di Sant'Antonio abate di Monteperosio in quel di Azeglio, ha avuto luogo all'imbrunire di sabato 17 dicembre scorso l'annuale Assemblea ordinaria dei Soci e delle Socie del nostro sodalizio. Hanno partecipato ai lavori, svolti in un clima di sincera e profonda amicizia e reciproca solidale collaborazione, ben 14 iscritti. Dopo i saluti di rito, con il supporto, a fini di sostentamento "psico fisico", di due vassoi di ottimi salatini, si è dato il via alla riunione. La discussione non ha evidenziato particolari situazioni di criticità o emergenze relative a eventuali urgenti migliorie da apportare alla vita associativa, ed è stata perlopiù incentrata su ipotetiche mete ornitologiche da inserire in futuro nel calendario delle varie uscite. Si è pertanto deciso di organizzare nel prossimo autunno un'escursione mirata all'osservazione dei passeriformi che allignano nelle pinete in Val Roseg, in Svizzera; tale gita, per motivi logistici dovrà avvenire in due giornate distinte, con pernottamento in albergo, molto probabimente in Italia, in una località presso il confine.
Nel corso dell'Assemblea si è inoltre deciso di non variare l'ammontare della quota associativa 2012, quale incentivo allo sviluppo del programma"Crescibirdwatching", lasciando quindi invariato lo spread del nostro titolo in confronto con quello di altre più blasonate associazioni ornitologiche. Tale manovra indiscutibilmente avrà effetti positivi sul differenziale di rendimento del nostro titolo.
Inoltre poiché nessun iscritto all'associazione ha manifestato l'intenzione di concorrere alle prestigiose cariche del Direttivo, tale organo decisionale rimane invariato nella sua composizione e nella distribuzione delle cariche.
All'Assemblea è seguita la pirotecnica gara di birdwatching, magistralmente organizzata da Gabriella Malusardi. Quest'anno le diapositive hanno avuto la peculiarità di presentare tutti gli uccelli "privi" della testa, ovvero con il capo nascosto, piegato, sotto un'ala…insomma non visibile. Ha vinto, dopo uno spareggio all'ultimo respiro con il vostro Presidente, Aldo Pietrobon. Al terzo posto si è classificato Alberto Artiglia. Successivamente la ricca e variegata Cena degli Auguri ha fatto da degno corollario alla manifestazione e ha così concluso l'allegro convivio.
A tutte le Socie e a tutti i Soci l'augurio e l'auspicio da parte del Consiglio Direttivo di essere presenti alle varie manifestazioni che saranno proposte nel nuovo anno.

Il Presidente
BASTA POCO
di Gabriella Malusardi

Questo inverno in corso è davvero un po' strano…abbiamo avuto novembre dicembre e buona parte di gennaio con temperature davvero miti, praticamente primaverili, adesso invece è arrivata la neve e freddo intenso. Tutto ciò ha un po' disorientato i nostri amici alati, che infatti nella prima parte dell'inverno se ne sono rimasti oltre le Alpi, infatti nessuna rarità degna di nota era stata segnalata prima di queste ultime settimane. E anche nella nostra regione c'era davvero poco da osservare. Tuttavia io e il Gian abbiamo avuto modo di divertirci lo stesso grazie a questo bellissima passione che condividiamo anche con Voi amici del Tarabuso. Infatti buona parte dei week end invernali li abbiamo passati soprattutto al "nostro" lago, ovvero a Viverone; non c'era niente di straordinario, tranne uno svasso piccolo, che si è fermato ad Anzasco per circa un mese, eppure abbiamo trascorso momenti davvero belli, all'aria aperta semplicemente facendo due passi con i codibugnoli che ci volavano sopra la testa, oppure osservando e fotografando svassi e cormorani in pesca, i litigi dei germani reali per la conquista delle femmine. E poi c'è la Compagnia dei Gabbiani, ovvero il "guru" Giovanni Rege, il "saggio" Luciano Ughetto, il "bocia" Gian Mario e la lanciatrice professionista di pane Carlotta, qualche volta aiutata da Sofia…anche se i tre non piazzano le trappole per catturare i gabbiani, ci divertiamo a cercare esemplari inanellati (uno con anello ceco è il terzo inverno che sverna al lago), specialmente quelli con l'anello giallo, ovvero i "nostri", anche tramite le foto scattate agli animali in volo, un modo di fotografare che ultimamente mi sta divertendo molto (anche se è tutt'altro che facile). E così sparando foto, lazzi e stupidaggini (e anche qualche discorso serio), si sta all'aria aperta in piacevole compagnia. Adesso invece che è arrivata la neve, basta imboccare qualsiasi stradina di campagna per trovare moltitudine di fringillidi e passeriformi, che becchettano sui bordi strada, per poi fare magari incontri più interessanti, come domenica scorsa, quando nella zona delle risaie le allodole ci volavano di fianco alla macchina, e poi ci è sbucata fuori una bella femmina di albanella reale. E mentre giravamo osservando e fotografando il Gian mi ha detto: certo che a noi ci basta poco per divertirci!


ESCURSIONI BW PRIMAVERA-ESTATE 2012


Sabato 10 marzo. Alla ricera del Gipeto. Da qualche parte sulle Alpi occidentali….

A grande richiesta del popolo del Tarabuso viene riproposta un'uscita ornitologica che sicuramente susciterà forti emozioni e grande entusiasmo tra i partecipanti.
L'obbiettivo sarà il grande e maestoso avvoltoio che solca le nostre aspre e selvagge montagne, ovvero il mitico Gipeto. Al momento dell'andare in stampa non possiamo ancora informare riguardo la località oggetto della gita. Il tutto dipenderà dalle informazioni relative alle varie osservazioni di questo uccello; insomma andremo dove sarà stato segnalato con una certa regolarità! In alternativa… andremo a controllare un eventuale nido, da debita distanza, ovvio…..

Lunedì 9 Aprile. Pic nic in risaia e birdwatching di eccelsa eccellenza.

Ci recheremo nelle risaie del Vercellese a fare del'ottimo e gratificante Birdwatchng, osservando sino allo sfinimento gli enormi stuoli di Limicoli in migrazione in tale periodo. Combattenti, Totani mori, Pantane, Piro piro boscherecci e tutti i loro parenti stretti ci delizieranno con la loro gradita presenza. Alle ore 13,15 invece delizieremo i nostri palati con il tradizionale pic nic del Dì di Pasquetta, arcano rito da espletarsi sulla tenera erbetta di fronte alla chiesetta della frazione di Leri Cavour.
Se i "postumi" delle abbondanti libagioni lo permetteranno proseguiremo sino al tramonto nelle nostre analettiche osservazioni, non tralasciando di osservare alcuna sagoma uccellara nelle risaie allagate, in quanto ben lo sappiamo…l'Albastrello è come il risotto: si fa aspettare ma non aspetta. ( Il Chiurlottello invece si fa aspettare e basta……)

Domenica 22 Aprile. Escursione a Casei Gerola.

Due laghetti da pesca nella coltivata campagna pavese, un'oasi di natura e biodiversità, un' incredibilie check list di specie osservate anno per anno. Qui furono visti Pellicani, Voltolini, Schiribille grigiate, Morette tabaccate….
Specie target della giornata sarà il Falco cuculo, volatile comune in tale sito proprio in tale periodo.
Una gita che sicuramente ci repagherà del viaggio e colmerà i nostri cuori di inusuali e pregiate osservazioni ornitologiche.

Domenica 20 maggio. Alla ricerca della Civetta nana.
Colle San Carlo (AO )

Pochi ed eletti soci della Società del Tarabuso hanno avuto la fortuna di poter osservare nella loro vita la Civetta nana, il più piccolo dei rapaci notturni d'Europa.
Con una lunghezza di soli 15 - 17 cm. e un'apertura alare di 34 - 36 cm. è una presenza fugace e misteriosa dei nostri boschi di montagna sulle Alpi occidentali, ove questo Strigiforme è segnalato in poche località.
Il Colle San Carlo in Valle d'Aosta è uno di tali siti e noi ci recheremo colà con la viva speranza di riuscire finalmente nella difficile, ma non impossibile, ardua impresa di osservare questo piccolo predatore notturno. Poiché è una specie sì elusiva ma pure molto territoriale, sarà opportuno che ognuno dei partecipanti si applichi sin da ora nello riuscire a imitare ( fischiettando ad arte!!!! ) il tipico richiamo della Civetta nana, in quanto tale abilità potrebbe tornare molto utile per attirare vicino a noi qualche esemplare. In alternativa, ECCEZZIONALMENTE, faremo uso del play back….sperando nella buona sorte. Se la Civetta nana non comparirà ci accontenteremo di immensi stormi di Crocieri, Nocciolaie, Cince dal ciuffo, Prispoloni….

Sabato 16 e domenica 17. Andiamo a vedere i Grifoni.
Gole del Verdon. Provenza. Francia.

Dopo avere iniziato le gite primaverili nel segno del Gipeto concludiamo le escursioni della prima metà dell'anno con un'altra specie di avvoltoio: il Grifone.
Numerosi esemplari di questo grande veleggiatore sono stati immessi negli anni passati nella zona del Verdon nell'alta Provenza in Francia. Il progetto di reintroduzione è andato a buon fine, gli Avvoltoi si sono ambientati molto bene,
da diversi anni si riproducono con successo e ora è possibile osservare e fotografare, sino a pochi metri di distanza e con estrema facilità, questi giganti del cielo, che hanno la loro casa a poche ore d'auto dal verde Canavese.
Il Consiglio Direttivo propone pertanto questa gita di due giorni in terra straniera, con pernottamento in tipico albergo locale. Al momento di andare in stampa è impossibile informarvi a riguardo della struttura albeghiera di cui saremo ospiti, sarà comunque premura dell'organizzazione ricercare una idonea, curata, ed economica sistemazione che soddisfi tutti i soci e tutte le socie.
I dettagli della gita verranno a voi svelati a tempo debito tramite il servizio di mailing list "Tarabuso Informa"; a coloro che sono sprovvisti di computer e sono interessati all'iniziativa si fa appello afffinchè contattino la Presidenza entro il 2 Aprile.

Per partecipare alle singole gite si prega di telefonare alla Presidenza entro le ore 12,04 del giorno antecedente l'escursione, fatte salve altre disposizioni in merito.
Numeri tel. Presidenziai di riferimento: 0125 - 727 126 340 - 37 30 955.

DOLCI DIAPOSITIVE
di Francesca Siragusa

Se c'è una iniziativa della nostra associazione che la distingue dalle altre è questa geniale idea di fare la serata delle "dolci diapositive". Come sia nata non lo ricordo nemmeno più: una pensata del presidente, credo, che ormai è diventata un appuntamento irrinunciabile per noi ma anche per tanti amici e ospiti. Tant'è vero che il 19 novembre, nel salone di Azeglio, c'eravamo proprio tutti insieme a un buon numero di simpatizzanti. Arriviamo alla spicciola reggendo con cautela grossi vassoi con le creazioni pasticcere da svelare all'ultimo momento. Si intrecciano i saluti, si scambiano notizie sulle ultime osservazioni e curiosità. Quando Ilario prende la parola la platea è piena di gente. Il nostro ospite è Paolo Lombardo che con la compagna Giorgia ci presenta le loro fotografie. Mi piace sempre quel che ci viene proposto ma non mi aspettavo immagini così belle al punto da commuovere. Non sono foto didascaliche: gli uccelli sono colti in movimento, piccole sorprendenti creature vive e perfette. Paolo le commenta con semplicità, un po' timido, non si vergogna di dire "questa l'ho scattata dalla finestra della cucina". Sarà che per me il birdwatching è stata la scoperta del mondo meraviglioso che sta sulla porta di casa, ma è stata una gioia vedere fissato dall'obiettivo il fuggevole frullo delle ali che l'occhio riesce appena a cogliere. Anche gli esemplari meno comuni, visti magari in luoghi lontani, sono toccati dalla grazia di uno sguardo più innamorato che curioso. La perizia tecnica, che non è poca, passa persino in secondo piano. Sento i commenti dei non esperti e anche loro sono incantati. Un'altra sorpresa ce la fa Luciano Ughetto che con Carlotta ha dedicato l'estate a riprendere insetti: libellule e farfalle colorate come gioielli, una delizia per gli occhi. E bravo Ughetto! Con la migliore disposizione d'animo passiamo alla gara delle torte con relativo assaggio: tutte le foto sono sul nostro sito e fanno un bel vedere. Vince Tiziana che ha aperto sul vassoio un buonissimo manuale di birdwatching alla pagina dei crocieri. La mia amica e io arriviamo seconde a una incollatura: ma quando la battiamo Tiziana? Troppo brava! Segue premiazione e demolizione dei capolavori sotto l'occhio benevolo, ma un po' fisso, dei nostri totem impagliati.

CENSIMENTI IWC

Si è svolto in data 15 gennaio 2012 l'annuale censimento IWC delle specie acquatiche svernanti al Lago di Viverone. La conta è stata effettuata da volontari del Gruppo Piemontese Studi Ornitologici coadiuvati da alcuni soci della nostra associazione.
Questi i risultati dell'accurato conteggio:
Svasso maggiore: 103; Svasso piccolo: 1; Tuffetto: 11; Cormorano: 57;
Airone cenerino: 4; Cigno reale ( immesso ): 3; Germano reale: 720; Canapiglia: 114;
Mestolone: 6; Fischione: 2; Alzavola: 6; Anatra mandarina: 1 maschio; Moretta: 1; Quattrocchi: 1 maschio; Pesciaiola:1 in abito femminile; Folaga: 668; Gallinella d'acqua:1; Gabbiano comune: 265; Gavina: 5; Gabbiano reale mediterraneo: 6; Martin pescatore: 5.
Sul vicino Lago di Bertignano (quasi totalmente ghiacciato ) erano presenti solo 12 Germani reali.
Sempre in data 15 Gennaio 2012 il nostro simpatizzante Claudio Bressa ha provveduto al conteggio degli uccelli acquatici al Lago Sirio presso Ivrea. Questo il responso della conta:
Svasso maggiore: 7; Tuffetto: 1; Cormorano: 8; Cigno reale: 1; Germano reale: 50; Canapiglia: 4; Moretta: 58; Moriglione: 1 ( maschio); Folaga: 19; Gallinella d'acqua: 5.


Habemus capannus!!!!!!!

Sul Lago di Viverone, lungo la riva di Azeglio, nei pressi della zona archeologica ( prima praticamente inaccessibile causa canne e vegetazione alta e pericolo di sprofondare nelle sabbie mobili... ) il Comune di Azeglio e la Regione Piemonte hanno costruito una struttura sopraelevata da cui si gode una notevole vista del lago, ottimo punto di osservazione per praticare il birdwatching. E' una piattaforma aerea con piccolo tetto, una sorta di balconata tutta in legno; non è schermata, la superfice è di circa 25 metri quadrati, insomma si stà comodi....a tre, quattro metri d'altezza. Il tutto facimente accessibile da una lunga passerella in legno.
Come arrivarci: dalla piazza del Municipio di Azeglio percorrere in discesa Via Roma, direzione Via Boscarina. Al primo incrocio proseguire diritto, sempre in discesa.
Al termine di questa noterete alla vostra sinistra una bassa costruzione con la scritta "Locale per la produzione di materiale ittico".Siete esattamente dove passa l'ottavo meridiano est. In tale punto lasciate la strada principale e immettetevi nella stradina che si diparte sul lato sinistro. Al successivo bivio svoltate sempre a sinistra, proseguite nella campagna e alla susseguente biforcazione che incontrerete svoltate a destra. Continuate su tale strada finchè una sbarra vi impedirà di proseguire oltre. Ignorate il fatto che la strada svolta, prima di tale sbarra, a destra e parcheggiate invece nei pressi. A piedi aggirate la sbarra e incamminatevi lungo la stradina più larga, NON percorrendo il sentiero che costeggia la roggia. Dopo circa 10 minuti di camminata nel bellissimo e suggestivo bosco, alla vostra sinistra incontrerete l'inizio del sentiero in terra riportata che vi condurrà alla passerella, al termine della quale potrete agevolmente accedere al capanno.


Primi vagiti
La Redazione del giornale è profondamente costernata, ma purtroppo non vi sono recenti notizie di nascite di pargoli da segnalare….

Fiori d'arancio
Come oramai da qualche tempo è divenuta triste consuetudine….non sono stati registrati casi di inanellamento relativi a Soci, Socie, Presidenti, Consiglieri, Segretarie….

Questo numero de "La Ga®zetta del Tarabuso" è stata stampata in 234.957 copie.
Il prossimo numero sarà in edicola a partire dal giorno 28 Agosto 2012. Arrivederci!!!!!





Torna ai contenuti | Torna al menu