Società del Tarabuso


Vai ai contenuti

Il Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo





Presidente
Ilario Manfredo

Pratica il birdwatching dal 1982.
Il suo interesse è particolarmente rivolto alle specie di uccelli acquatici, essendo stato il Lago di Viverone l’ambiente naturale in cui ha compiuto le prime esperienze ornitologiche.
Nel 1993, 1994 e 1995 ha organizzato, per conto del Circolo di Legambiente di Ivrea,tre corsi di introduzione al birdwatching, la cui normale evoluzione di interessi da parte dei partecipanti ha portato alla costituzione della Società del Tarabuso.
Ilario Manfredo è socio del Gruppo Piemontese Studi Ornitologici e ha recentemente conseguito presso l’Istituto Nazionale della Fauna Selvatica l’abilitazione a svolgere le funzioni di rilevatore nell’ambito dei censimenti invernali delle specie acquatiche.

E’ inoltre autore di alcuni articoli pubblicati da stampa locale inerenti gli uccelli dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea.
Svolge la propria professione in qualità di dipendente di una ditta specializzata nella riparazione di materiale rotabile ferroviario.






Vice Presidente
Tiziana Pollono

Si interessa di birdwatching dai primi anni 90.
Questa sua passione l’ha portata in questi anni a scoprire sempre nuove specie viaggiando in vari luoghi d’Europa. Spagna, Scozia, Finlandia, Norvegia, Turchia, Giordania, Sardegna, Sicilia . . . sono alcune delle terre che l’hanno vista fare uso del fido binocolo, sempre attenta a ogni sagoma in volo e a ogni lontana figura posata sulle acque di qualche lago.
Tiziana Pollono è maestra di Scuola Elementare, e questa professione le ha permesso di avvicinare numerosi ragazzi all’affascinante mondo degli uccelli.
Recentemente è stata infatti la referente di un progetto didattico educativo,promosso dal Circolo Scolastico presso cui presta la propria opera di insegnante,lavoro di ricerca sul campo che ha coinvolto diverse scolaresche e che ha avuto come materia di studio da parte dei giovani alunni gli aspetti naturalistici del Lago di Viverone.






Segretaria
Stefania Massa

Si dedica al birdwatching dal 1998.
Si è avvicinata a tale passatempo in modo spontaneo e naturale, quasi ovvio, avendo abitato per tanti anni in una casa sulle rive del Lago di Viverone.
Folaghe, Gallinelle d’acqua, Germani reali sono stati una presenza costante e sempre graditi ospiti del suo giardino.
Se è importante cogliere “i segni” del destino delle varie persone in episodi inaspettati e inusuali che a volte accadono, è “interessante” ricordare che Stefania alla sua prima uscita ornitologica con la Società del Tarabuso, avvenuta nell’Oltrepo Pavese, è stata colei che ha indicato ai partecipanti a tale gita (dopo pochi minuti dall’inizio dell’escursione), un lontano uccellino sconosciuto posato sul ramo di un cespuglio, uccellino che si è poi inaspettatamente rivelato essere un maschio di Zigolo Capinero, una specie nidificante nel Nord Italia con pochissime coppie.
La sua carriera di birdwatcher non poteva avere miglior inizio!!!!!
Stefania Massa è Dottoressa in Biologia e attualmente è impiegata presso uno studio legale di Ivrea.




Consigliere
Alba Riva

Si è avvicinata al birdwatching frequentando un corso dedicato a questo appassionante hobby, organizzato dalla sezione del WWF di Biella nel 1990.
Da allora tale passione non l'ha più abbandonata e l'ha portata a divenire un' importante "colonna" della Società del Tarabuso, associazione che l'ha sempre vista partecipe con grande impegno e spirito di servizio nell'organizzazione dei vari appuntamenti proposti ai soci.
Da sempre amica di tutti gli animali(nella sua casa di campagna ne accudisce di svariate specie), ha in fondo al suo cuore un sogno, per ora purtroppo non ancora materializzato, ovvero vedere una coppia di cicogne nidificare sul tetto della sua abitazione, ove ha posizionato la ruota di un carro agricolo come basamento per un nido.
Per il momento deve consolarsi con le Cinciallegre e gli Allocchi che hanno occupato le varie cassette nido da lei poste nelle sue proprietà . . .



Consigliere Gian Mario Ghione

Pratica attivamente il birdwatching dal 1996, anno in cui ha iniziato a frequentare la Società del Tarabuso.
Ma la passione per le materie naturalistiche l'ha sempre coltivata sin da ragazzino,quando abitando in campagna, sovente si dilettava in mille nuove scoperte quotidiane, quale il cercare l'albero dietro casa dove nidificava l'Upupa che a volte frequentava il suo cortile, o il seguire i primi voli incerti dei giovani Merli che ogni anno nascevano nel nido nascosto nel folto di una grande siepe vicino al cancello di casa.
Anche l'amore per le escursioni in montagna lo ha stimolato a dedicarsi al birdwatching. Troppo spesso nel corso delle giornate trascorse a camminare in ambiente alpino, tra ombrose pinete o in ripidi canaloni, si imbatteva in uccelli sconosciuti, a cui non riusciva a dare il "giusto" nome, uccelli che oggi invece ai suoi occhi non paiono più "misteriosi".
Da circa un anno, insieme al socio Luciano Ughetto, collabora ad un progetto di inanellamento al lago di Viverone ideato e coordinato dall'inanellatore Giovanni Rege di Vische.
Gian Mario Ghione è dipendente con la qualifica di analista di laboratorio presso uno stabilimento che opera nel settore aeronautico


Torna ai contenuti | Torna al menu